Epilettologo: che cosa tratta? Istruzioni per visitare un medico

epileptolog - è un neurologo o psichiatra esperto nella diagnosi di convulsioni e disturbi parossistici, nel trattamento dell'epilessia, nell'uso di farmaci antiepilettici (anticonvulsivanti), nonché nella gestione di pazienti speciali con epilessia (pazienti con forme di epilessia incontrollata - resistenti - donne in gravidanza, bambini, bambini ).

L'epilettologia (il termine è stato usato per la prima volta nel 1904 da William P. Spratling) è una tendenza in neurologia (neurologia) che si occupa dello studio e del trattamento dell'epilessia. I professionisti, di regola, hanno una specializzazione in neurologia (meno spesso in psichiatria), tuttavia ricevono un'istruzione aggiuntiva dopo aver studiato in profondità disturbi parossistici, elettrofisiologia, neuroimaging, farmacologia di farmaci antiepilettici, genetica e riabilitazione sociale dei pazienti. Una formazione così completa è necessaria per lavorare con pazienti con forme rare e gravi di epilessia, nonché con una terapia standard inefficace.

Tra gli epilettologi, gli epilettologi dei bambini hanno una specializzazione più ristretta. Il trattamento dei bambini può differire in modo significativo dal trattamento degli adulti, poiché è durante l'infanzia che si verificano molte forme specifiche di epilessia e possono essere richiesti anche altri farmaci per il trattamento dell'epilessia a questa età.

L'obiettivo del trattamento è fermare completamente gli attacchi o minimizzarli in assenza di effetti indesiderati significativi di farmaci antiepilettici. Spesso la selezione del regime ottimale di farmaci sotto la supervisione di un epilettologo richiede molti mesi.

Gli epilettologi lavorano in ospedali specializzati, stanno ricevendo in strutture ambulatoriali (cliniche) e centri epilettologici. Dipartimenti specializzati per pazienti con forme di epilessia gravemente resistenti (secondo la classificazione europea - il centro terziario) si trovano, di regola, in grandi centri di ricerca. Spesso in tali reparti viene effettuato un esame approfondito per decidere sul trattamento chirurgico dell'epilessia e, se necessario, sull'effettivo intervento chirurgico (centro quaternario). Tuttavia, la maggior parte dei pazienti con un decorso favorevole della malattia necessita di un trattamento ambulatoriale a lungo termine da parte di un epilettologo, che consente un trattamento ottimale nelle diverse fasi della malattia.

Nella seconda metà degli anni '90, in Russia fu istituita una vasta rete di centri epilettologici ambulatoriali (centro secondario), inclusi epilettologi sia adulti che pediatrici. Un contributo significativo alla creazione di tali centri e alla formazione di specialisti in epilettologia è stato effettuato con il supporto della società farmaceutica Sanofi.

In assenza di un epilettologo, i neurologi e i medici generici (centro primario) possono osservare pazienti con forme lievi di epilessia che rispondono bene al trattamento standard.

Una direzione importante dell'epilettologia è la ricerca, che consente uno studio più dettagliato dei meccanismi patogenetici in varie forme di epilessia e lo sviluppo di nuovi approcci al trattamento. La ricerca nel campo dell'epilettologia può essere sponsorizzata dallo stato, da varie fondazioni e società farmacologiche che stanno sviluppando nuovi farmaci antiepilettici.

Cosa tratta un epilettologo?

Un epilettologo tratta l'epilessia, che è intesa come la combinazione di malattie neurologiche croniche, raggruppate in un gruppo dal modo in cui si verificano (le convulsioni sono definite come eccitazioni improvvise transitorie improvvise dei neuroni della corteccia cerebrale).

Nella maggior parte delle persone, l'epilessia è un attacco improvviso di convulsioni che è accompagnato da una perdita di coscienza e schiuma che viene dalla bocca, ma questo tipo di epilessia non è l'unica forma possibile della malattia. Molte persone con varie forme di epilessia prima di incontrarsi a lungo con l'epilettologo non possono collegarsi agli attacchi osservati in esse con l'epilessia.

Tratta dell'epilettologo:

  • Forme generalizzate primarie della malattia in cui gli attacchi differiscono da una manifestazione simmetrica bilaterale. Tali forme includono l'assansia (piccoli attacchi epilettici, in cui si verifica un'improvvisa perdita di coscienza a breve termine) e attacchi tonico-clonici.
  • Attacchi parziali (focali) della malattia, che sono il risultato di un danno alle cellule nervose in una determinata area dell'emisfero destro o sinistro del cervello. La coscienza può essere mantenuta (forma semplice), può essere rotta o cambiata (forma complessa). È possibile sviluppare una forma generalizzata secondaria, in cui l'insorgenza assomiglia a una convulsione o assenza convulsiva o non convulsiva parziale, dopo di che l'attività motoria convulsiva si estende a tutti i gruppi muscolari (è bilaterale).

I pazienti con un epilettologo sono trattati con:

  • Forme idiopatiche della malattia che si manifestano a una certa età (debutto dipendente dall'età). Tali forme includono epilessia benigna dell'infanzia (epilessia rolandica), epilessia occipitale benigna, epilessia di lettura primaria, epilessia frontale autosomica dominante con parossismo notturno, epilessia temporale familiare, ecc. incline alla remissione spontanea, alla normale attività primaria sull'ELETTROENCEFALOGRAMMA e alla presenza di complessi unilaterali o multifocali di onde di picco che stanno crescendo nel periodo di sonno lento. Queste malattie sono considerate geneticamente determinate, poiché l'incidenza dei casi familiari è elevata. Lo stato neurologico non è rotto, non ci sono cambiamenti strutturali nel cervello, la prognosi è favorevole.
  • Forme sintomatiche della malattia, che includono l'epilessia:
    1. Progressivo cronico (sindrome di Kozhevnikov),
    2. Gli attacchi sono provocati da fattori specifici (risveglio improvviso, ecc.),
    3. Frontalis (il focus è localizzato nel lobo frontale),
    4. Parietal (il focus si trova nel lobo parietale),
    5. Temporale (l'attenzione è localizzata nel lobo temporale),
    6. Occipitale (messa a fuoco situata nel lobo occipitale).
  • Forme crittogene (si verificano per un motivo non specificato).

L'epilettologo tratta anche:

  • convulsioni benigne neonatali di natura familiare,
  • convulsioni benigne idiopatiche neonatali,
  • epilessia benigna mioclonica nella prima infanzia,
  • epilessia dell'infanzia e dell'assenza giovanile,
  • epilessia mioclonica giovanile,
  • epilessia, accompagnata da grandi attacchi al risveglio,
  • Sindrome di West (spasmi infantili) e altri.

Inoltre, l'epilettologo tratta convulsioni febbrili e convulsioni causate da disturbi metabolici acuti, convulsioni isolate e epi-sindromi (sono il risultato di una malattia simile all'epilessia per motivi clinici). La causa della sindrome dell'epi può essere:

  • trauma cranico
  • ascesso o tumore al cervello,
  • svenimenti che causano ritmo cardiaco e disturbi della conduzione,
  • sclerosi ippocampale,
  • encefalite,
  • trauma perinatale, ipossiemia, ecc.

Quando devo contattare un epilettologo?

La consultazione di un epilettologo è necessaria per le persone che hanno improvvisamente sperimentato:

  • attacchi di perdita di coscienza, accompagnati da sussulti convulsi,
  • attacchi in cui la perdita di coscienza non è accompagnata da convulsioni,
  • "disconnessione" episodica dalla realtà circostante,
  • stati parossistici di origine sconosciuta, che sono accompagnati da movimenti automatici invadenti.

Un epilettologo è anche necessario per i pazienti in cui:

  • epilessia precedentemente non trattata o non suscettibile al trattamento prescritto da un neurologo,
  • si osservano sindromi epilettiche che si verificano per vari motivi (convulsioni convulsioni che si ripetono periodicamente e assomigliano a un attacco epilettico, ma non sono epilessia).

Il classico segno di epilessia è un lungo attacco convulso, preceduto da un'aura (condizione a breve termine, che è accompagnata dalle sensazioni specifiche del paziente). Al momento dell'aura, il paziente può sentire rumore, odore di odore, ecc. Poiché c'è uno spasmo della glottide in un attacco convulso, c'è un grido, dopo di che c'è una perdita di coscienza e il coinvolgimento di tutti i muscoli del corpo nel processo convulsivo. L'attacco è accompagnato da respiro rumoroso, faccia blu. Poiché la saliva in questo stato non viene ingerita, sulle labbra appare schiuma. In genere, il sequestro termina in un sonno profondo.

Il neurologo-epilettologo pediatrico consiglia ai bambini che hanno:

  • perdita di coscienza a causa di una ragione poco chiara
  • "Disconnessione" per alcuni secondi dalla realtà circostante, durante la quale il bambino non viene in contatto e interrompe l'attività,
  • attacchi con tensione tonica degli arti o dei muscoli facciali o con contrazioni convulsive,
  • attacchi, che si distinguono per sensazioni insolite (lampi di luce, sensazione di calore, ecc.),
  • forti contrazioni o contrazioni da fulmine (più spesso osservate al mattino),
  • condizioni che sono accompagnate da difficoltà di parola, aggressività non motivata e altri comportamenti insoliti.

Lo sviluppo mentale ritardato e la regressione delle funzioni del linguaggio richiedono anche la consultazione di un neurologo-epilettologo pediatrico.

Fasi della consultazione

Il ricevimento dell'epilettologo comprende:

  • Storia dello studio L'epilettologo dovrebbe chiarire la frequenza e la natura degli attacchi, l'assenza o presenza dell'aura, la sua natura, la durata della malattia, la presenza o l'assenza di tali attacchi in parenti, malattie passate e lesioni, a cui è stato associato il primo attacco, ecc.
  • Esecuzione di un esame generale e neurologico, che consente di identificare o escludere sintomi neurologici e altre cause di convulsioni. La presenza di sintomi neurologici è un segno di patologia cerebrale organica, che provoca convulsioni epilettiche.
  • Rinvio agli esami necessari per chiarire la diagnosi.

Dopo gli esami, l'epilettologo suggerisce possibili opzioni di trattamento e fornisce raccomandazioni su come comportarsi quando il paziente sente che l'attacco si sta avvicinando e cosa deve essere fatto dopo l'attacco (nel caso di un bambino, vengono fornite raccomandazioni ai suoi parenti).

Diagnostica

I principali studi prescritti da un epilettologo per sospetta epilessia sono:

  • EEG (elettroencefalografia),
  • mappatura cerebrale (risonanza magnetica funzionale), che consente di determinare la localizzazione del centro degli impulsi patologici,
  • Scansioni TC e MRI che eliminano la causa organica delle convulsioni (tumore, cisti, ecc.).

Poiché la sensibilità dell'EEG di routine nel periodo tra gli attacchi è bassa (25-50% in media, le scariche epilettiformi non sono registrate affatto nel 10% dei pazienti con epilessia), l'EEG normale non esclude una diagnosi clinica in presenza di attacchi epilettici. Inoltre, i disturbi epilettiformi registrati possono essere rilevati nelle persone senza epilessia. I fenomeni di ELETTROENCEFALOGRAMMA epilettiforme sono onde acute, scariche di spike, complessi di spike-wave o polyspike-wave (potenziali acuti possono essere osservati in persone sane durante il sonno, ecc.).

La probabilità di rilevare scarichi epilettiformi (ER) tra attacchi dipende dalla forma e dal tipo di attacchi, dal periodo di limitazione dell'ultimo attacco, ecc. Ad esempio, con l'epilessia temporale, questa probabilità è maggiore rispetto alla localizzazione del focus nelle regioni basali della corteccia. ER sono più spesso rilevati nei bambini che negli adulti.

Per identificare alcune forme di epilessia durante l'esame, viene utilizzata una procedura di attivazione standard (iperventilazione e fotostimolazione). Inoltre, con il consenso del paziente durante l'EEG, vengono utilizzati vari tipi di provocazioni (epilessia musicogena, epilessia da lettura, ecc.).

A volte è necessario utilizzare elettrodi aggiuntivi o condurre studi ripetuti con la registrazione durante il sonno naturale o indotto dal sonno. La combinazione di ELETTROENCEFALOGRAMMA negli stati di sonno e veglia aumenta la sensibilità dello studio all'80%. La probabilità di registrare un ER aumenta anche la privazione (privazione, mancanza) del sonno.

Quando si verifica una crisi per la prima volta, viene eseguito il ricovero in ospedale, poiché un singolo esame non consente di determinare la causa della crisi e di trovare il trattamento appropriato. Condurre anche ricerche standard:

  • esame neurologico
  • emocromo completo
  • esame del sangue per elettroliti e osmolarità,
  • analisi sull'attività di ALAT, ASAT e altri enzimi epatici,
  • analisi del glucosio plasmatico,
  • studio tossicologico
  • analisi del sangue biochimica.

Se si sospetta un'infezione, viene praticata una puntura lombare e viene eseguito un test del liquido spinale.

I pazienti con epilessia durante convulsioni raramente hanno bisogno di cure mediche di emergenza, poiché le convulsioni di solito si completano da sole in pochi minuti.

L'uso della terapia anticonvulsivante attiva può causare un sovradosaggio di anticonvulsivanti, che provoca più danni al paziente che una crisi. Una sospensione d'emergenza del sequestro è richiesta solo con lo stato epilettico, che è caratterizzato da sequestri epilettici successivi per più di 30 minuti, tra i quali il paziente non riprende conoscenza.

Nel trattamento di un epilettologo:

  • effettua la correzione di disturbi che possono provocare convulsioni (iponatriemia, ipertensione arteriosa, sindrome da astinenza, ecc.),
  • seleziona anticonvulsivanti in base al tipo di convulsioni,
  • minimizza il numero di droghe assunte contemporaneamente
  • semplifica enormemente il regime terapeutico,
  • misura il livello del farmaco nel sangue durante il trattamento.

La misurazione del livello del farmaco nel sangue viene effettuata:

  • 2 settimane dopo l'inizio della dose o l'aggiustamento della dose,
  • quando si prescrivono farmaci interoperabili,
  • con l'inefficacia della terapia,
  • con sintomi che indicano intossicazione.

Per prevenire grandi convulsioni e convulsioni parziali, sono prescritti fenitoina, fenobarbital, carbamazepina o acido valproico, che sono uguali in termini di efficacia. La scelta di un particolare farmaco dipende dall'età del paziente e dagli effetti collaterali del farmaco.

Con gli assenti tipici, viene prescritto l'etosuximide e se è inefficace, viene prescritto l'acido valproico.

Le assenze atipiche e la sindrome di Lennox-Gastaut sono difficili da trattare. L'efficacia del trattamento in absan aumenta la dieta chetogenica, ma poiché è scarsamente tollerata, viene utilizzata solo in casi gravi.

Con i sintomi di astinenza, le tattiche di trattamento non differiscono da quelle con convulsioni epilettiche di grandi dimensioni, ma la fenitonina è più efficace per alleviare le convulsioni in tali pazienti e la paraldeide è più efficace per prevenire le convulsioni.

La terapia farmacologica per lo stato epilettico comprende tiamina, glucosio, cloruro di sodio (le convulsioni causate dall'iponatriemia non rispondono bene alla terapia anticonvulsivante convenzionale).

Lo stato epilettico convulsivo nei bambini è trattato con fenobarbital.

L'epilessia mioclonica è trattata con corticotropina, clonazepam o acido valproico.

Quando convulsioni febbrili non è richiesta una terapia anticonvulsivante semplice, con diazepam viene utilizzata la natura ricorrente delle convulsioni a fini profilattici.

Il trattamento dell'epilessia nei bambini coinvolti in un epilettologo per bambini.

Iscriviti per un epilettologo

Per fissare un appuntamento con un medico o una diagnosi, devi solo chiamare un singolo numero di telefono
+7 495 488-20-52 a Mosca

+7 812 416-38-96 a San Pietroburgo

L'operatore ti ascolterà e reindirizzerà la chiamata alla clinica giusta o accetterà un ordine per un record per lo specialista di cui hai bisogno.

In alternativa, puoi fare clic sul pulsante verde "Iscriviti online" e lasciare il telefono. L'operatore ti richiamerà entro 15 minuti e ti selezionerà uno specialista che soddisfa la tua richiesta.

Al momento, la registrazione viene eseguita da specialisti e cliniche a Mosca e San Pietroburgo.

Che cos'è un epilettologo?

epileptolog È un medico specializzato nella diagnosi e nel trattamento epilessia o convulsioni, nonché la riabilitazione completa delle persone che soffrono di epilessia in qualsiasi forma. Pertanto, un epilettologo è uno specialista molto ristretto, infatti, impegnato nella diagnosi e nel trattamento di una sola malattia. L'epilettologo fornisce assistenza a persone di qualsiasi età e sesso (compresi neonati, donne in gravidanza, ecc.), Persone che soffrono di epilessia o convulsioni ricorrenti.

Un epilettologo può diventare neurologo o psichiatra dopo aver completato ulteriori corsi specializzati. In altre parole, un epilettologo è uno psichiatra o un neurologo che si occupa esclusivamente della diagnosi e del trattamento delle convulsioni convulsive e non tratta altre malattie neurologiche o psichiatriche.

Il compito principale degli epilettologi è di prescrivere farmaci del gruppo di anticonvulsivanti al fine di fermare completamente gli attacchi o ridurre la loro frequenza al minimo possibile. Le persone che soffrono di epilessia o convulsioni convulsive sono state osservate per anni dagli epilettologi, prendendo il trattamento prescritto appropriato.

I medici di questa specialità lavorano in ospedali multidisciplinari nei dipartimenti di neurologia, negli ospedali psichiatrici e ricevono anche pazienti sulla base di policlinici o centri epilettologici specializzati.

Neurologo-epilettologo e psichiatra-epilettologo

In altre parole, qualsiasi epilettologo è sempre o un neurologo o uno psichiatra in base alle qualifiche mediche di base. Questa situazione è dovuta al fatto che l'epilettologia è solo una delle sfere degli interessi professionali di psichiatri e neurologi. Pertanto, per essere un epilettologo, è necessario avere conoscenze non solo sull'epilessia, ma anche per immaginare la totalità di varie malattie neurologiche o psichiatriche, in un modo o nell'altro causate dalla rottura delle strutture cerebrali o delle fibre nervose. Ecco perché il medico deve prima ottenere una "grande" specialità medica di base (un neurologo o uno psichiatra), e solo dopo può concentrarsi sull'epilettologia.

Considerando quanto sopra, i termini epilettologo e neurologo-epilettologo sono in effetti sinonimi, poiché senza le qualifiche di un neurologo o di uno psichiatra è impossibile diventare un epilettologo.

Neurologo-epilettologo infantile

La situazione riguardante l'epilettologo pediatrico e il neurologo-epilettologo pediatrico è abbastanza simile ai medici adulti. Cioè, i concetti di "epilettologo pediatrico" e "neurologo-epilettologo pediatrico" sono in effetti sinonimi, poiché è impossibile diventare un epilettologo senza la specialità di base di un neurologo pediatrico. L'unica differenza nel significato dei termini "epilettologo pediatrico e neurologo-epilettologo pediatrico" e in termini di "epilettologo adulto" è che gli specialisti dell'epilessia pediatrica sono quasi sempre preparati da neurologi pediatrici ed estremamente raramente (quasi mai) da psichiatri .

Ciò è dovuto al fatto che il trattamento dei bambini differisce in modo significativo dal trattamento degli adulti, e quindi il medico deve conoscere tutte le caratteristiche del funzionamento e dello sviluppo del cervello nei bambini al fine di selezionare una terapia adeguata e sicura. Questa conoscenza è completamente disponibile per il neurologo dei bambini, ma lo psichiatra è spesso assente, poiché la sfera degli interessi della psichiatria è in qualche modo lontana dalle peculiarità del lavoro del sistema nervoso centrale nei bambini. Pertanto, per l'iscrizione ai corsi per lo studio della specialità di un epilettologo per bambini, preferiscono accettare neurologi pediatrici piuttosto che psichiatri.

Cosa fa un epilettologo (quali malattie e condizioni tratta il medico)?

Un epilettologo è impegnato nella diagnosi e nel trattamento di tutti i tipi e forme di epilessia, nonché in convulsioni convulsive in persone di qualsiasi età e sesso, compresi neonati e donne in gravidanza.

Ciò significa che è l'epilettologo che rivela la presenza o l'assenza di epilessia o convulsioni di origine cerebrale sulla base dei dati dell'indagine, nonché i sintomi presenti nel paziente. L'epilettologo distingue le convulsioni causate da varie malattie (ad esempio, carenze di micronutrienti, malattie cardiache, attacchi di isteria, attacchi distonici nella paralisi cerebrale, ecc.) E, di fatto, convulsioni epilettiche o cerebrali. Dopotutto, le convulsioni causate da eventuali malattie di altri organi (non il cervello) non sono epilessia e non rientrano nella sfera di interesse del medico epilettologo. Cioè, un epilettologo tratta solo quelle convulsioni che sono causate dalla rottura delle strutture del cervello.

Dopo aver diagnosticato e confermato che le convulsioni in una persona sono causate da un disturbo nel funzionamento del cervello, un epilettologo registra il paziente e inizia la selezione di farmaci antiepilettici. Lo scopo dell'uso di droghe è arrestare completamente le convulsioni convulsive o ridurne al minimo la frequenza.

Poiché un paziente affetto da convulsioni o epilessia deve assumere costantemente farmaci speciali del gruppo di anticonvulsivanti, quasi per tutta la vita, l'epilettologo controlla le condizioni di tali pazienti prescrivendo esami periodici e, se necessario, adeguando la terapia.

Inoltre, l'epilettologo può fornire un rinvio in ospedale per il trattamento chirurgico dell'epilessia in base ai dati dell'esame. In questo caso, il paziente viene ricoverato in ospedale e produce una complessa operazione neurochirurgica, che consente di migliorare il decorso della malattia o di ottenere la sua cura completa.

Tuttavia, il trattamento chirurgico di epilessia e convulsioni viene eseguito raramente, poiché nella maggior parte dei casi la somministrazione di farmaci del gruppo di anticonvulsivanti è abbastanza efficace e consente di interrompere completamente o ridurre al minimo il numero di convulsioni convulsive.

Epilettologo dell'accoglienza

Per ricevere cure di qualità da un epilettologo, è necessario preparare in anticipo l'accoglienza. Per fare questo, prima di tutto, dovresti ricordare e annotare tutte le lamentele e i sintomi che disturbano la persona e su cui si riferisce a questo specialista. È anche necessario ricordare come, dopo quali circostanze e quando ci sono state convulsioni o convulsioni, cosa li ha accompagnati, cosa si è fermato, ecc. In altre parole, è necessario ricordare tutto ciò che riguarda convulsioni o convulsioni, comprese le sensazioni che si verificano prima, durante e dopo il loro sviluppo. Tutti i dettagli dovrebbero essere brevemente delineati al fine di dirli o leggerli tranquillamente al medico, senza confondere e non cercare dolorosamente di ricordare alcune sfumature durante il ricevimento.

Inoltre, prima di prendere si consiglia di superare i seguenti test:

  • Esame del sangue generale
  • Attività enzimatica epatica (AsAT, AlAT, GGT),
  • Attività di fosfatasi alcalina,
  • Attività dell'amilasi nel sangue
  • Attività di colinesterasi nel sangue
  • Attività di lattato deidrogenasi (LDH),
  • L'attività di creatina fosfochinasi totale e frazione miocardica (totale CPK e CK-MB),
  • Concentrazione di glucosio nel sangue
  • La concentrazione di bilirubina (totale, diretta, indiretta) nel sangue,
  • La concentrazione di elettroliti (sodio, potassio, calcio, magnesio, cloro) nel sangue,
  • Concentrazione di aptoglobina nel sangue
  • La concentrazione di alfa-1-antitripsina nel sangue,
  • Concentrazione di sangue Pro-BNP
  • La concentrazione di farmaci anticonvulsivanti nel sangue (se presenti nel paziente).
Si consiglia di superare questi test prima di consultare un medico e di presentarsi alla reception con i risultati già preparati. La disponibilità dei risultati dei test accelererà la diagnosi e aiuterà il medico a trovare in modo rapido ed efficace il farmaco giusto.

Inoltre, un epilettologo dovrebbe portare con sé tutti coloro che hanno estratti, cartelle cliniche e risultati di precedenti esami su convulsioni o convulsioni (se, ovviamente, ce ne sono).
Prendi un appuntamento con un medico

Come consultare l'epilettologo?

Gli epilettologi lavorano in grandi ospedali specializzati (ad esempio in cliniche neurologiche, istituti di ricerca di psichiatria o neurologia, ecc.) E centri epilettologici. Sulla base di dati provenienti da istituti medici, vengono effettuati trattamenti ospedalieri ed esami di pazienti affetti da epilessia, convulsioni e convulsioni varie di qualsiasi origine. Negli ospedali o nei centri epilettologici, le persone ricevono cure ospedaliere sotto la costante supervisione e supervisione dei medici. Per arrivare a un tale reparto epilettologico, è necessario fare un rinvio da un centro epilettologico ambulatoriale a un epilettologo o ad una normale clinica da un neurologo o psichiatra, che ha registrato un episodio di convulsioni o un sequestro di origine sconosciuta in una scheda medica.

Inoltre, gli epilettologi conducono l'ammissione ambulatoriale (ambulatoriale) sulla base di cliniche multidisciplinari e centri epilettologici specializzati. Alla reception dell'epilettologo nella clinica, puoi ottenere prendendo la direzione del medico distrettuale. È possibile ottenere un appuntamento con un epilettologo che lavora nel centro epilettologico semplicemente registrandosi al telefono. I medici dei centri epilettologici accettano pazienti senza un rinvio da un medico di medicina generale (pediatra per bambini), un neurologo o uno psichiatra.

Certo, è molto più facile, veloce e conveniente ottenere un appuntamento con gli specialisti dei centri epilettologici che con l'epilettologo del distretto o del policlinico della città. Ma, sfortunatamente, i centri epilettologici esistono solo in città relativamente grandi. Pertanto, al fine di raggiungere l'epilettologo nel centro epilettologico senza un rinvio da un medico distrettuale, neurologo o psichiatra, è necessario venire in una città in cui esiste tale istituzione. Se, tuttavia, è impossibile venire in una città in cui esiste un centro epilettologico per qualsiasi motivo, allora dovresti prendere un rinvio da un terapista distrettuale e attendere un record gratuito presso l'epilettologo policlinico.

Guarda il video: Cosa fare in caso di "crisi epilettica" (Novembre 2019).

Loading...