Colecistite calcula

Colecistite calcarea cronica - infiammazione persistente della mucosa della cistifellea, associata alla presenza in essa del calcolo. I gastroenterologi ritengono che questa patologia sia associata a infezione secondaria della bile. La colecistite calcarea cronica si manifesta clinicamente con dolori nella parte destra, nausea, sbalzi d'umore. La diagnosi comprende test di funzionalità epatica, ecografia del sistema epatobiliare, radiografia dell'OBP, RCPG, risonanza magnetica e TC del fegato e del tratto biliare, cholescintigrafia. Il trattamento è conservativo (dieta, analgesici, antispasmodici, antibiotici) o combinato (integrato dalla chirurgia).

Informazioni generali

La colecistite calcarea cronica è una patologia molto comune: almeno il 20 percento delle donne e il 10 percento degli uomini in età riproduttiva soffrono di questa malattia. Un'alta incidenza tra le donne è associata a una grande quantità di estrogeni nei loro corpi, poiché sono questi ormoni che portano ad un aumento della secrezione di colesterolo nel tratto biliare e alla formazione di calcoli. Concerti nel tratto biliare, compresa la cistifellea, si trovano nel 30% di tutte le sezioni patologiche. Si nota che con l'età aumenta la frequenza di rilevazione dei calcoli biliari, accompagnata da infiammazione. Ecco perché questa patologia è un vero problema di gastroenterologia.

Cause di colecistite calcula cronica

Il principale fattore causale che porta allo sviluppo della colecistite calcula cronica è un calcolo situato nella cistifellea e che occlude il dotto cistico. Un calcolo situato nel lume della cistifellea, per lungo tempo può essere asintomatico. Prima o poi arriva un momento in cui il calcolo si sposta e blocca l'uscita dalla cistifellea, che porta al ristagno della bile in essa. La congestione provoca un aumento della produzione di mediatori pro-infiammatori e danni alla mucosa, che inizia a produrre grandi quantità di muco e essudato infiammatorio. La colecistite si sviluppa. L'essudazione eccessiva della cistifellea termina con una produzione ancora più massiccia di mediatori pro-infiammatori: il circolo patologico si chiude.

L'infiltrazione infiammatoria della parete della cistifellea innesca la sua formazione di rughe cicatriziali, che porta gradualmente all'ispessimento e alla calcificazione della parete della cistifellea. Il processo infiammatorio (colecistite) viene costantemente mantenuto con periodi di remissione ed esacerbazioni. La colecistite calcula cronica a lungo termine predispone allo sviluppo del carcinoma della colecisti.

Altri fattori di rischio per la colecistite cronica calcula comprendono il genere femminile, l'obesità o la perdita di peso drastica, l'uso del metodo ormonale di contraccezione, l'assunzione di determinati farmaci, la gravidanza. I gastroenterologi notano anche un aumento dell'incidenza con l'età.

Sintomi di colecistite calcula cronica

Il sintomo più caratteristico della colecistite calcula cronica è il dolore nell'ipocondrio destro. Molto spesso si verifica poche ore dopo aver mangiato (soprattutto grassi, fritti), ha un carattere sordo e dolente. La sindrome del dolore è caratterizzata da irradiazione alla spalla destra, al collo, alla scapola. A volte il dolore può essere acuto, simile alla colica biliare. Il dolore è accompagnato da nausea, insonnia. I cambiamenti caratteristici sono inerenti a questa patologia: irritabilità, sospettosità, ansia intensificata.

Ci sono spesso casi in cui la colecistite calcula cronica non si manifesta per lungo tempo. L'ittero non è caratteristico di questa malattia. La colecistite calcarea cronica può essere complicata da condizioni come empiema della cistifellea, infezione anaerobica, fistola cistica e intestinale (formata a seguito della formazione di un'ulcera da pressione nel sito del calcolo), perforazione della cistifellea, pancreatite e sepsi.

Diagnosi di colecistite calcula cronica

L'obiettivo principale della consultazione di un gastroenterologo è stabilire la diagnosi il più presto possibile, identificare tempestivamente le complicanze della colecistite calcula cronica, determinare le indicazioni per il trattamento chirurgico. All'esame e alla palpazione dell'addome, è possibile identificare una serie di sintomi che indicano un processo infiammatorio nella cistifellea: sintomo di Murphy (con pressione sull'ipocondrio destro, il paziente smette di respirare), sintomo di Ortner (dolore quando si tocca l'arco costale destro), sintomo di Kerah (dolore ad altezza inalazione con pressione simultanea nell'ipocondrio destro), sintomo di frenicus (dolore quando si preme tra le due gambe del muscolo sternocleidomastoideo).

Test di laboratorio e test epatici biochimici non sono cruciali, ma una completa otturazione dei dotti biliari con calcolo può indicare un aumento dei livelli di bilirubina totale, fosfatasi alcalina, ALT e AST. L'ecografia del fegato e della cistifellea è un metodo molto specifico e sensibile per la diagnosi di colecistite calcula cronica. Il più informativo questo studio, se viene effettuato dopo otto ore di digiuno.

A una radiografia di revisione degli organi addominali della cavità addominale, le pietre biliari sono visualizzate solo in ogni decimo paziente. L'eziologia anaerobica della colecistite è indicata da un gas nel lume o nello spessore della parete della cistifellea. Anche sulla radiografia può essere visibile la calcificazione parziale o totale delle pareti della cistifellea. Quando si esegue la risonanza magnetica e la TC del tratto biliare a favore della colecistite calcula cronica, l'ispessimento della parete cistica, la presenza di fluido nel tessuto vescicale perineo, il rigetto della mucosa, il gas nel lume o lo spessore della parete vescicale indica.

La cholescintigrafia ha quasi il 100% di sensibilità nel formulare una diagnosi di colecistite calcula cronica. Per migliorare il riempimento della cistifellea, la morfina viene prescritta prima dell'esame - a causa dell'introduzione di questo farmaco, il rilascio di bile attraverso lo sfintere di Oddi nel duodeno viene rallentato.

La consultazione con un endoscopista e colangiopancreatografia retrograda è indicata per i pazienti che sono sospettati di avere calcoli nel dotto biliare comune. L'RCP non è solo una procedura diagnostica, ma anche una procedura medica, durante la quale le pietre possono essere rimosse. Va ricordato il rischio di sviluppare pancreatite dopo rhPG (circa il 5% dei pazienti).

Trattamento della colecistite calcarea cronica

I pazienti con colecistite cronica calcula nella fase acuta, nonché con un decorso grave della malattia richiedono ricovero in ospedale nel dipartimento di gastroenterologia. Il resto può ricevere cure ambulatoriali. La terapia è a lungo termine, al di fuori del periodo di esacerbazione di solito conservativo. Le principali direzioni di trattamento: eradicazione dell'infezione, eliminazione del dolore, miglioramento del flusso biliare. La terapia della colecistite calcula cronica coincide in gran parte con il trattamento della colelitiasi.

Il trattamento conservativo comprende la terapia dietetica, la nomina di farmaci antibatterici e analgesici, antispasmodici. Quando l'esacerbazione della colecistite calcula cronica nei primi due giorni richiede l'osservanza di una pausa nell'acqua, la dieta n. 5a viene prescritta con una transizione graduale alla tabella n. 5.

I farmaci antibatterici prescritti per la colecistite calcula cronica comprendono penicilline protette, aminoglicosidi, cefalosporine di terza generazione, linkosamidi, carbapenemi. Durante la somministrazione di analgesici, ricorda che la morfina interrompe il flusso della bile attraverso lo sfintere di Oddi. Degli analgesici narcotici, viene data preferenza al promedolo e agli analgesici non narcotici - paracetamolo, analgin. Come spasmolitico di solito si usa la papaverina.

Dato che il principale fattore causale nella formazione della colecistite calcula cronica sono i calcoli nel tratto biliare, è necessaria la rimozione di calcoli per curare completamente questa malattia. La colecistectomia laparoscopica è considerata il gold standard in quest'area, ma anche la colecistectomia aperta è ampiamente utilizzata. La colecitectomia da mini-accesso è molto meno comune. Durante la remissione, si raccomanda il trattamento spa per i pazienti.

Prognosi e prevenzione della colecistite calcula cronica

La colecistite calcula cronica non complicata di solito ha una prognosi favorevole. Con una versione complicata della malattia, così come nei pazienti con gravi comorbilità, la prognosi sta peggiorando: il tasso di mortalità può essere del 50-60%. La colecistite cronica complicata è caratterizzata dal rapido sviluppo di empiema e cancrena della cistifellea, passaggi fistolosi, ascessi epatici e peritonite.

La prevenzione della colecistite calcula cronica comprende la prevenzione della formazione di calcoli e il trattamento tempestivo della colecistite acuta. La prevenzione primaria della formazione del calcolo è quella di ridurre il peso nell'obesità, il rifiuto dei preparati ormonali contenenti estrogeni.

Se un paziente ha calcoli nella cistifellea, per prevenire la colecistite cronica, devono essere osservate una serie di condizioni: seguire una dieta con restrizione di grassi e dolci, mantenere un'attività fisica sufficiente, prevenire lunghi periodi di digiuno, assumere abbastanza liquido. Dopo la rimozione dei calcoli dalla cistifellea, si raccomanda di eseguire l'ecografia del sistema epatobiliare almeno due volte all'anno per il rilevamento tempestivo della recidiva di colelitiasi.

Tipi di colecistite calcula

Per natura del corso, la colecistite calcula è acuta e cronica. Ciascuna delle forme di flusso è divisa per caratteristiche morfologiche e manifestazioni cliniche.

La colecistite calcula acuta è divisa per la natura del processo infiammatorio:

Secondo le manifestazioni cliniche, la colecistite calcula cronica si presenta nelle seguenti forme:

  • tipico: sono presenti tutte le manifestazioni del processo infiammatorio,
  • forma atipica - latente, in cui non vi sono reazioni infiammatorie,
  • cardialgico - accompagnato da sintomi di danno miocardico,
  • esofagogo - c'è dolore nell'esofago,
  • intestinale - prevalgono i sintomi dispeptici.

Cause di colecistite calcarea

Fattori di rischio per colecistite calcula:

  • disturbi metabolici
  • la gravidanza,
  • disturbi ormonali nelle donne
  • prendendo steroidi e contraccettivi orali,
  • un aumento della quantità di colesterolo nella cavità della cistifellea, a seguito del quale la proporzione di acidi biliari e colesterolo viene modificata in un rapporto di 1: 12,
  • gonfiore infiammatorio nel collo della vescica e nella bocca del dotto biliare nel duodeno,
  • processi infiammatori cronici nella mucosa della cistifellea.

Il ristagno della bile porta alla formazione di sospensioni - "sporcizia biliare", che è composta da gruppi di pigmenti e colesterolo, che è la base del nucleo per le pietre emergenti. Il ristagno della bile porta alla deposizione di colesterolo sui complessi insolubili formati, che è accompagnato da danni al guscio interno della cistifellea, dal rilascio di enzimi anti-infiammatori e mediatori infiammatori. Ciò provoca una reazione infiammatoria locale, alla quale, spesso per la seconda volta, si unisce un'infezione batterica (normalmente la bile è sterile).

Il peso e le dimensioni delle pietre aumentano, di conseguenza, le pietre rimangono nella cavità della vescica, continuano a crescere eccessivamente con colesterolo, bilirubina e sali di calcio. Nella maggior parte dei casi, le pietre hanno una forma arrotondata, a volte sono sfaccettate, lambite l'una dall'altra da superfici (pietre sfaccettate), possono essere singole o multiple, nei casi più gravi occupano l'intero lume della vescica.

La pressione dei calcoli sulle pareti della cistifellea aggrava la risposta infiammatoria. Con la colecistite calcarea, le pietre di piccole dimensioni sono in grado di muoversi. Alcune pietre passano attraverso il condotto e vengono escrete nelle feci. Se la pietra non passa nel condotto, si blocca vicino alla bocca e provoca allungamento della cistifellea, accompagnata da un forte dolore. Con l'espansione delle pareti della pietra del condotto esce dalla bocca, il dolore si ferma.

Oltre ai calcoli di colesterolo, la colecistite calcarea può formare calcoli di pigmento, che consistono nella bilirubina e nei suoi metaboliti. Le ragioni della formazione di calcoli di pigmento sono l'anemia emolitica e la cirrosi.

Nella maggior parte dei casi, la colecistite calcarea è preceduta da colecistite calcarea, le cui cause sono agenti infettivi. Entrano nella cistifellea con sangue e linfa, meno comunemente lungo il dotto biliare dal duodeno.

Le cause rare di colecistite calcula sono:

  • lesioni traumatiche della cistifellea,
  • brucia la malattia
  • sepsi.

Fasi di colecistite calcula

  1. Elementare. Le dimensioni e la forma della cistifellea rimangono all'interno dell'intervallo normale. Nella zona del collo è marcato gonfiore e restringimento del lume. Le violazioni delle interruzioni sono minori e variabili.
  2. Stadio dell'inizio della litogenesi. C'è un aumento delle dimensioni del serbatoio per la bile, la forma della bolla diventa sferica. Le pareti del dotto biliare nel collo si chiudono. Il ristagno della bile diventa permanente.
  3. Litogenesi dispiegata in fase. Si osserva un aumento delle dimensioni della cistifellea e si sviluppano aderenze nell'area cervicale. Le pietre si trovano nella cavità della vescica e le piaghe da decubito si formano nell'area di contatto tra le pareti e le pietre.

Nella maggior parte dei casi, la colecistite calcarea è preceduta da colecistite calcarea, le cui cause sono agenti infettivi.

Sintomi di colecistite calcula

Con la colecistite calcula, i sintomi della colica epatica sono gli stessi. Il sintomo principale è il dolore pronunciato con caratteristiche:

  • insorgenza improvvisa, soprattutto di sera o di notte,
  • forte intensità e durata - fino a 4-5 ore,
  • chiara localizzazione nella giusta zona di ipocondrio e pancreas,
  • irradiazione nella parte posteriore e sotto la scapola destra.

Trattamento della colecistite calcarea

La manifestazione più importante della colecistite calcula è la colica epatica, che richiede cure mediche di emergenza. Il trattamento deve essere effettuato secondo lo schema delle cure mediche di emergenza. La sindrome del dolore è alleviata con antispasmodici. Si raccomandano ai pazienti acqua e pausa tè per 1-2 giorni.

Nella prima fase della malattia, la terapia è efficace con l'aiuto di preparati di acidi biliari, il cui flusso aggiuntivo riduce la quantità relativa di colesterolo e ne impedisce l'accumulo nella cistifellea.

In assenza di un'infiammazione pronunciata in presenza di concrementi di dimensioni relativamente piccole, la frantumazione dell'hardware viene eseguita con la successiva rimozione di piccoli frammenti attraverso l'intestino sotto l'azione di agenti coleretici.

Il trattamento chirurgico della colecistite calcula prevede la rimozione della cistifellea. Viene utilizzato il metodo classico di laparotomia o tecnica laparoscopica.La colecistectomia classica comporta un'incisione della parete addominale anteriore, la rimozione della cistifellea, seguita dalla chiusura della ferita chirurgica. La tecnica laparoscopica prevede la rimozione della cistifellea con un endoscopio.

Complicazioni

  • formazione di ascesso paravesicale,
  • sviluppo di ittero ostruttivo,
  • cirrosi biliare e pancreatite,
  • colangite purulenta,
  • sepsi,
  • peritonite,
  • cistifellea idropisia
  • stenosi della bocca del dotto biliare.

Dopo il trattamento chirurgico con errori nella nutrizione, si sviluppa la sindrome post-colecistectomia.

Caratteristiche della colecistite calcarea nelle donne in gravidanza

Durante la gravidanza, può anche svilupparsi colecistite calculosa, i cui sintomi sono più pronunciati rispetto ad altri pazienti. Le esacerbazioni della malattia si verificano più spesso alla fine del secondo o all'inizio del terzo trimestre, che è causata dalla compressione della cistifellea dall'utero in crescita. Il trattamento chirurgico viene effettuato tenendo conto del potenziale rischio per il feto.

Il trattamento chirurgico della colecistite calcula prevede la rimozione della cistifellea. Viene utilizzato il metodo classico di laparotomia o tecnica laparoscopica.

Caratteristiche della colecistite calcarea negli anziani

A causa dei cambiamenti anatomici e fisiologici legati all'età, la colecistite calcarea nella maggior parte degli anziani è asintomatica. La malattia è spesso complicata dalla formazione di un edema della cistifellea con il conseguente sviluppo di infiammazione purulenta.

Il trattamento chirurgico viene effettuato con un metodo in due fasi. In primo luogo, viene eseguita una puntura della cistifellea per ridurre la pressione della bile. Quindi i farmaci prescritti. Dopo la normalizzazione di tutti gli organi e sistemi, viene eseguita una colecistectomia pianificata.

La prognosi è favorevole: dopo la rimozione della cistifellea, la comparsa di colecistite calcarea è impossibile.

La mortalità nella colecistite calcarea complicata (empiema, peritonite, formazione di fistole, cancrena della colecisti, ascessi, ecc.) O in caso di patologia concomitante grave è del 50-60%.

Fattori di rischio che contribuiscono allo sviluppo della formazione di calcoli

  • Mancanza di vitamina a
  • violazione della regolazione neuroumorale della funzione contrattile della cistifellea e dei dotti biliari,
  • aderenze, cicatrici, eccessi dei dotti biliari,
  • patologia pancreatica,
  • costipazione persistente
  • omissione di organi interni
  • mancanza di esercizio fisico,
  • predisposizione genetica
  • pasti irregolari (eccesso di cibo, digiuno, pasti rari),
  • stato immunitario compromesso
  • la gravidanza,
  • uso contraccettivo ormonale.

Tipi di calcoli biliari

Pietre omogenee (omogenee). Questo gruppo comprende calcoli di colesterolo, che si formano a causa di disturbi metabolici. Queste strutture attive a raggi X che non causano cambiamenti infiammatori nella cistifellea si trovano più spesso nei pazienti obesi. I calcoli di bilirubina (pigmento), derivanti dal decadimento eritrocitario aumentato, sono caratteristici dei pazienti che soffrono di anemia emolitica congenita, talassemia e anemia falciforme. Si formano anche in un ambiente asettico. Pietre calcaree (formazioni molto rare) si verificano a causa di complicanze dei processi infiammatori acuti nel tratto biliare.

Pietre miste (questo gruppo rappresenta l'80% del numero totale di calcoli biliari). Il nucleo di una tale pietra è rappresentato come materia organica, attorno alla quale si trovano strati di colesterolo, bilirubina e sali di calcio.

Concrezioni difficili (10% del totale). Sono una combinazione di entrambe le forme. Il nucleo è costituito da colesterolo e il guscio è costituito da una miscela di bilirubina, colesterolo e calcio. Di norma, si osservano calcoli complessi con infiammazione nella cistifellea e nel tratto biliare.

Colecistite acuta calcula

La forma acuta di colecistite calcula è una patologia piuttosto rara che si sviluppa sullo sfondo di una colelitiasi asintomatica lunga. Questa condizione è caratterizzata da un blocco del calcolo del dotto biliare comune, che porta allo sviluppo del processo infiammatorio nelle pareti della cistifellea. Un'infezione che penetra nella cavità della cistifellea dagli organi vicini a causa di una violazione delle proprietà asettiche della bile provoca spesso infiammazione. Ciò può portare ad ispessimento e distruzione (distruzione) delle pareti, accumulo di pus all'interno del corpo e sviluppo della peritonite biliare.

Diagnosi di colecistite calcula

  1. Il principale metodo non invasivo per la diagnosi di colecistite calcarea è l'ecografia. Questo è uno studio abbastanza informativo, nel 98% dei casi che consente di rilevare calcoli biliari.
  2. ERPHG (colangiopancreatografia retrograda endoscopica). Questo è un metodo di alta precisione per il contrasto diretto della cistifellea e dei dotti biliari, con l'aiuto di quali pietre si trovano nei dotti biliari, ipertensione biliare e restringimento della parte terminale dell'organo.
  3. Tomografia computerizzata (CT). Ti consente di identificare le lesioni del fegato e del pancreas.
  4. Epatobiliscintigrafia dinamica. Fornisce l'introduzione dei radiofarmaci. Dalla velocità del suo movimento dalla cistifellea in 12p. l'intestino controlla la pervietà dei dotti biliari e il funzionamento dell'organo che produce la bile.
  5. Ecografia endoscopica. Usando questa tecnica, si trovano piccole pietre nella parte terminale del dotto biliare comune.
  6. Metodi di laboratorio per l'analisi di sangue, feci e urina.

Diagnostica differenziale

La colecistite calcarea dovrebbe essere differenziata dalle seguenti patologie:

  • discinesia biliare,
  • adenomiomatoz,
  • colecistite
  • colecisti, colecisti
  • colica renale destra,
  • epatite cronica,
  • reflusso gastroesofageo,
  • pancreatite cronica,
  • gastrite cronica,
  • colite cronica,
  • sindrome dell'intestino irritabile,
  • ulcera allo stomaco e 12p. intestino.

Trattamento conservativo

Nel periodo di esacerbazione del processo patologico, al paziente viene prescritta una dieta da fame (1-3 giorni), quindi una dieta rigorosa (tabella n. 5, 5A), sollievo dagli attacchi di colica biliare, sollievo dal dolore e dalla dispepsia, terapia litolitica.

Per il sollievo delle convulsioni e del sollievo dal dolore, è indicata la somministrazione intramuscolare di soluzione all'1% di solfato di atropina, platifillina, drotaverina (No-spa). Con un attacco prolungato, vengono introdotti Buscopan e Papaverina. Dopo sollievo dal dolore - compresse di Drotaverina, Duspatalin e Papaverina. Con una forte sindrome del dolore, i farmaci antispasmodici devono essere usati insieme agli analgesici.

Nel caso in cui le condizioni del paziente non migliorino entro cinque ore dall'inizio della farmacoterapia, viene inviato in un ospedale chirurgico.

Nel trattamento della colecistite calcula cronica, il gruppo principale di farmaci è costituito da antispasmodici. Si raccomanda di usarli sia nel periodo di esacerbazioni, sia durante il periodo tra gli attacchi (in presenza di dolore). La sindrome del dolore viene eliminata dagli antispastici, i disturbi dispeptici vengono eliminati, la pervietà del dotto cistico viene ripristinata e viene fornito un normale flusso di bile in 12n. l'intestino.

Trattamento chirurgico della colecistite calcula

Fino ad oggi, l'unico metodo efficace di trattamento chirurgico della colecistite calcula è la colicitectomia (rimozione della cistifellea). Questa tecnica impedisce lo sviluppo di complicazioni gravi, a volte mortali, che richiedono cure mediche di emergenza. Gli esperti raccomandano il trattamento chirurgico in modo pianificato. Ciò è dovuto al fatto che l'operazione pianificata, che viene eseguita dopo un'adeguata preparazione, è molto più facile per i pazienti e molto più sicura della chirurgia d'emergenza.

Negli anni '90 del secolo scorso, le tecniche laparoscopiche iniziarono ad essere utilizzate nella pratica chirurgica durante l'esecuzione di una olicistectomia, che consente di eseguire operazioni senza ampie incisioni classiche sulla parete addominale anteriore. Attualmente, questa tecnica è il "gold standard" per il trattamento chirurgico della malattia del calcoli biliari. Ora le operazioni addominali "su vasta scala" vengono eseguite solo in caso di decorso complicato della malattia (peritonite o perforazione della cistifellea).

La colecistectomia laparoscopica prevede l'esecuzione di 3-4 punture di trocar (5-10 mm). Attraverso di essi, microtools chirurgici e videocamere con una vasta gamma dinamica e alta risoluzione vengono introdotti nella cavità addominale. Questa è una tecnica a basso impatto che non richiede un lungo periodo di riabilitazione. Dopo l'intervento chirurgico, il dolore postoperatorio è quasi completamente assente. La colecistectomia laparoscopica non richiede un rigoroso riposo a letto (dopo alcune ore il paziente può alzarsi e dopo 5-6 giorni può iniziare a lavorare).

Se è impossibile eseguire una colictectomia dall'accesso laparoscopico (a causa della presenza di un processo infiammatorio o di aderenze, anomalie anatomiche del tratto biliare o sviluppo di complicanze intraoperatorie), una procedura chirurgica comporta una transizione a un intervento chirurgico addominale minimamente invasivo o tradizionale.

La chirurgia laparoscopica a singola puntura e la mini-laparoscopia sono un'opzione più benigna per il trattamento chirurgico di una forma semplice di colecistite calcula. Nel primo caso, strumenti chirurgici ultrasottili vengono inseriti nella cavità addominale attraverso una singola puntura nell'ombelico. Dopo l'operazione, non rimangono punti o cicatrici sul corpo. La minilaparoscopia viene eseguita utilizzando la stessa tecnologia della laparoscopia tradizionale, tuttavia, quando viene eseguita, vengono utilizzati strumenti di diametro non superiore a 3 mm. Tali forature non richiedono sutura, dopo l'intervento c'è un eccellente effetto cosmetico e l'effetto traumatico diminuisce ancora di più. Con la stretta aderenza alla dieta e all'esercizio fisico raccomandati entro 30-40 giorni dalla rimozione della cistifellea, il corpo del paziente si adatta completamente ai cambiamenti funzionali che si sono verificati.

Dieta postoperatoria

Nel primo mese dopo l'intervento chirurgico, i carboidrati veloci facilmente digeribili (pasticceria, prodotti di farina di grano pregiato, zucchero, miele, frutta, maionese, cioccolato, bevande analcoliche), cibi piccanti, grassi, fritti e piccanti sono completamente esclusi dalla dieta del paziente. così come l'alcool. I pasti dovrebbero essere frazionari e regolari (4-6 volte al giorno). Nuovi prodotti nella dieta vengono introdotti gradualmente, con il permesso del medico. La rimozione delle restrizioni dietetiche è possibile in 30-40 giorni, su raccomandazione di un gastroenterologo.

Descrizione della malattia

La colecistite calcarea è una forma speciale di colecistite, che è caratterizzata dalla presenza di calcoli (concrementi) nella cistifellea. La malattia è una delle manifestazioni della malattia del calcoli biliari.

La colecistite calcarea è caratterizzata dall'infiammazione della cistifellea e dalla presenza di calcoli. I concrementi sono principalmente misti (calce-pigmento-colesterolo), bilirubina omogenea (pigmento) o colesterolo sono meno comuni. La dimensione delle pietre può raggiungere la dimensione di un uovo di gallina e il numero varia da unità a centinaia, la forma è diversa.

Possono essere situati nella cavità della cistifellea, che si osserva nel 75% dei casi e supportano con la sua presenza un debole processo infiammatorio che porta alla fibrosi, nonché la deposizione di sali di calcio (calcificazione). Ma se le pietre si trovano nel dotto biliare, sono in grado di ostacolare o bloccare il deflusso della bile, causando un'infiammazione acuta, caratterizzata dalla comparsa di attacchi di colica biliare.

Il tasso di prevalenza della malattia è piuttosto elevato, raggiungendo il 10% dell'intera popolazione adulta, molto spesso le persone di età superiore ai 40 anni soffrono, ma ci sono casi in cui è stata diagnosticata colecistite calcarea nei bambini. Le donne soffrono di questa malattia più volte più spesso, il che è spiegato dalla specificità del loro background ormonale.

Le seguenti popolazioni sono a rischio di sviluppare la malattia:

donne e soprattutto donne in gravidanza

le persone obese o quelle che hanno ridotto drasticamente il loro peso,

rappresentanti delle nazioni scandinave e indiane, hanno un livello molto più alto di malattia rispetto al resto,

le persone anziane

coloro che assumono farmaci e contraccettivi che influenzano i livelli ormonali.

Fattori che portano alla formazione di calcoli biliari e allo sviluppo della colecistite calcarea:

dyscholium (cambiamento di composizione della bile),

colestasi (ristagno della bile),

componente infiammatoria, in questo caso, colecistite primaria.

In un corpo sano, tali componenti della bile come pigmenti, minerali, acidi biliari, lipidi hanno uno stato colloidale. Ma quando cambia il rapporto tra la concentrazione di colesterolo e acidi biliari, il primo precipita e successivamente si cristallizza. Tale situazione può essere provocata da una dieta malsana, diabete, epatite, obesità e malattie infettive.

La discholia aiuta ad addensare la bile e il suo ristagno, il che porta a vari tipi di infezione della cistifellea con agenti patogeni come batterioidi, Escherichia coli e altri. L'infezione provoca cambiamenti infiammatori nelle pareti della cistifellea.

Aumentare la litogenicità (la capacità di formazione di calcoli) della bile è in grado di digiunare o mangiare troppo, un alto contenuto nella dieta di grassi animali, inattività fisica, ereditarietà e un lungo uso della contraccezione ormonale.

Spesso, la colecistite calcarea è preceduta da una normale, non calcarea, che porta a un disturbo nella dinamica dello svuotamento della cistifellea.

Il rischio di malattia è maggiore nei pazienti con pancreatite, discinesia biliare, duodenite, gastrite cronica, cirrosi epatica, infezioni da elminti e morbo di Crohn.

Le caratteristiche del quadro clinico ci consentono di distinguere forme croniche e acute di colecistite calcula. Il corso di ciascuno di essi può essere complicato o semplice. Esistono forme catarrali, purulente, cancrenose e flemmatiche. Sulla base dei sintomi possono essere identificate varianti tipiche, atipiche, cardiache, intestinali, esofagalgiche della malattia.

La colecistite calcarea ha 4 fasi:

precancer, iniziale, nella maggior parte dei casi stadio reversibile - la bile spessa forma la stasi, i microliti nella cistifellea,

il periodo di formazione delle pietre,

lo sviluppo della fase cronica della malattia,

Segni e sintomi di colecistite calcula

La presenza di calcoli nella cistifellea può non influire in alcun modo sulla condizione di una persona; pertanto, nella fase iniziale, la malattia è spesso asintomatica, latente.

La sintomatologia dipende dallo stadio di sviluppo della malattia, pertanto la colecistite calcarea acuta è caratterizzata dai seguenti segni di colica biliare:

sindrome del dolore acuto, localizzata nella parte destra ed estesa alla spalla o alla scapola destra, causata da dieta, alcol, esercizio fisico o stress,

nausea, vomito di contenuto gastrico e biliare,

febbre, che è particolarmente caratteristica dell'infiammazione purulenta,

la comparsa di debolezza e sudore freddo

manifestazioni individuali di ittero con un cambiamento nel colore delle feci: le feci contengono molto grasso e hanno un aspetto scolorito e l'urina è più scura del solito.

Le manifestazioni della colecistite calcarea cronica sono più fluide:

dolore frequente nella regione dell'ipocondrio destro,

la comparsa della sindrome del dolore acuto causata dalla malnutrizione, che si attenua gradualmente,

dolore parossistico che si verifica 3 ore dopo aver mangiato cibi grassi, salati o fritti,

nausea e eruttazione con un retrogusto amaro,

la violazione delle regole nutrizionali può causare singoli attacchi di vomito con la bile.

Colecistite calcula flemmatica

Nel caso in cui la colecistite calcicola sia complicata da un'infiammazione purulenta, accompagnata da infiltrazione della cistifellea e dalla comparsa di ulcere sulla sua mucosa, significa che la malattia è entrata nello stadio flemmatico. In questo caso, la parete dell'organo è notevolmente ispessita a causa dell'assorbimento abbondante di essudato infiammatorio. La cistifellea è notevolmente ingrandita, piena di pus. La mucosa è iperemica, rivestita con fibrina.

Il paziente avverte un forte dolore, che aumenta con un cambio di posizione, respirazione, tosse. Le condizioni generali di una persona si stanno deteriorando, la temperatura aumenta, compaiono nausea e vomito ripetuto, il polso raggiunge 120 battiti al minuto. L'addome è leggermente gonfio a causa della paresi intestinale, la palpazione dell'ipocondrio destro è dolorosa, rivela una cistifellea allargata. Se la colecistite flemmatica calcula non viene trattata in tempo, può trasformarsi in una forma cancrena, che è una pericolosa possibilità di morte.

Colecistite calcula cancrenosa

Questo stadio più pericoloso della malattia è anche chiamato cancrena della cistifellea. Questa forma di colecistite è caratterizzata da necrosi parziale o totale della parete dell'organo biliare, che si sviluppa sullo sfondo della trombosi dell'arteria cistica. L'inizio della cancrena è noto per 3-4 giorni di malattia. Può verificarsi la perforazione (integrità end-to-end) della parete vescicale, seguita dal flusso della bile nella cavità peritoneale e dall'aspetto della peritonite biliare. Le aperture sono solitamente localizzate sul collo della cistifellea o nella tasca di Hartmann, in luoghi di accumulo di calcoli.

La colecistite calculica cancrenosa è più caratteristica degli anziani, in cui le capacità rigenerative sono ridotte e l'afflusso di sangue alla cistifellea è ridotto.

Le infezioni da organi comunicanti adiacenti, sangue e linfa possono causare questa forma della malattia.

La forma cancrenosa di colecistite calcula è evidenziata da un forte aumento della temperatura in assenza di disturbi del benessere, che di solito si manifesta di notte. La sindrome del dolore è pronunciata, ha un carattere spasmodico e può occupare non solo l'area giusta, ma anche diffondersi a tutto l'addome. I dolori sono lunghi e intensi. La condizione è complicata da nausea e vomito, costipazione o diarrea, mal di testa, debolezza, pallore e umidità della pelle, respirazione frequente, sonnolenza, svenimento e distensione addominale e non partecipazione al processo di respirazione. Si possono osservare segni di ittero.

Forme della malattia

A seconda della durata del corso, la colecistite calcula può essere di due forme:

  • affilato - caratterizzato da un dolore acuto e intenso dovuto al blocco del tratto biliare con un calcolo a qualsiasi livello o collo della cistifellea, infezione del contenuto,
  • cronico - lungo processo lento con episodi di esacerbazioni e remissioni.

Tuttavia, anche con la manifestazione di una malattia con un attacco acuto, è consigliabile considerarla come un'esacerbazione di un processo cronico nascosto, poiché la formazione di calcoli implica la lunga esistenza della patologia.

Forme di colecistite calcula cronica a seconda del decorso del processo infiammatorio:

  • raramente ricorrenti
  • spesso ricorrente
  • monotono,
  • colecistite cronica atipica.

In conformità con la fase della malattia:

  • aggravamento,
  • aggravamento calmante
  • remissione (persistente, instabile).

A seconda della gravità della colecistite calcula sono classificati in forme lievi, moderate e gravi.

Possibili complicazioni e conseguenze

Le complicanze della colecistite calcula possono essere:

  • sindrome post-colecistectomia dopo rimozione della cistifellea (fino al 50% dei pazienti),
  • colangite,
  • pancreatite,
  • pericholecystitis,
  • peritonite,
  • empiema, cancrena della cistifellea,
  • fistola biliare, ostruzione intestinale,
  • epatite, cirrosi,
  • ascesso vescicale, ecc.

Con un decorso semplice, la prognosi è favorevole. La mortalità nella colecistite calcarea complicata (peritonite, empiema, cancrena della cistifellea, formazione di fistole, ascessi, ecc.) O quando il paziente ha una patologia concomitante grave raggiunge il 50-60%.

Guarda il video: Dott. Mozzi: Calcoli alla cistifellea, biliari, colecisti (Novembre 2019).

Loading...