Alimenti per allergie

Descrizione rilevante per 30.05.2017

  • efficienza: effetto terapeutico dopo 21-40 giorni
  • date: costantemente
  • Costo dei prodotti: 1300-1400 sfregamenti. a settimana

Regole generali

Il termine "allergia" si riferisce allo stato di ipersensibilità del corpo a vari stimoli (allergeni), manifestati da una reazione specifica, che si basa su immunologicamente (IgEa) reazione mediata. Gli allergeni possono includere sia sostanze organiche che inorganiche, nonché fattori fisici (caldo, freddo, raggi ultravioletti). Esistono molti gruppi di allergeni, i più importanti dei quali sono alimentari, medicinali, domestici, pollini, epidermici, industriali, infettivi (fungini, virali, batterici, parassiti), insetti e altri.

Il meccanismo della reazione specifica di un organismo ad un allergene consiste nello sviluppo di sensibilizzazione (produzione anticorpo in risposta all'esposizione iniziale dell'allergene al corpo) e allo sviluppo di una reazione allergica quando l'allergene viene reiniettato in un organismo già sensibilizzato. Una reazione allergica è causata da una serie di processi biochimici che si verificano con il rilascio di ammine biogeniche (istamina, serotonina), danneggiando le cellule di vari tessuti e organi.

Il trattamento delle allergie comporta, innanzitutto, l'eliminazione o la riduzione del contatto con un allergene significativo. È la dieta per le allergie che è il fattore più importante che consente sia di eliminare l'allergene alimentare dalla dieta in presenza di una reazione allergica al cibo sia di ridurre lo stato generale dell'iperreattività corporea nella reazione agli allergeni di altri gruppi (fungo, domestico, droga, polline, ecc.), Perché Durante questo periodo, qualsiasi irritante minore può esacerbare i sintomi clinici di una malattia esistente (con orticaria, asma, rinite allergica, Edema di Quincke) o provocare una nuova reazione allergica sistemica o locale (prurito / eruzione cutanea).

Tuttavia, la terapia dietetica ha il massimo significato nei casi in cui le manifestazioni cliniche sono dovute ad allergie alimentari, compresi i medicinali utilizzati nell'industria alimentare e nell'allevamento di animali e pollame (salicilati, antibiotici). La dieta di questa categoria di pazienti richiede la correzione più scrupolosa e accurata, ma l'effetto di aderire a una eliminazione individuale o una dieta ipoallergenica generale può essere molto significativo.

La dieta antiallergica dovrebbe essere basata su una serie di principi:

  • esclusione dalla dieta di alimenti che includono allergeni causali e incrociati,
  • esclusione di prodotti ad alta attività allergenica,
  • uso esclusivamente di prodotti freschi, esclusione di prodotti geneticamente modificati e di conservazione a lungo termine (conservazione, conserve), nonché di prodotti contenenti additivi alimentari (conservanti, coloranti, additivi aromatizzanti),
  • esclusione di prodotti fibrosi istaminici che innescano il rilascio di istamina dalle cellule del tratto gastrointestinale (caffè, latte di vacca, cioccolato, succo d'arancia, crusca di frumento), nonché prodotti contenenti istamina (fragole, pomodori, cacao, legumi, nocciole, filetto di aringhe, tonno , affumicati, spinaci, formaggi) contenenti una grande quantità di ammine biogeniche - istamina, tiramina, betafiletilamina,
  • non permettere nella dieta di un eccesso di contenuto di proteine ​​animali,
  • limitazione del consumo di carboidrati semplici e sale da tavola, nonché di prodotti che irritano la mucosa gastrointestinale - cibi piccanti, fritti, salati e bevande contenenti alcol,
  • adeguata sostituzione dei prodotti esclusi per garantire la conformità quantitativa e qualitativa della dieta ai bisogni fisiologici del corpo del paziente composizione dei nutrienti.

Quando si elabora una dieta o quando deve essere corretta, è importante determinare quale attività allergenica ha un determinato prodotto e avere un elenco di alimenti ipoallergenici:

  • i prodotti con un alto grado di attività allergenica includono: uova di gallina, crostacei, latte vaccino e prodotti lattiero-caseari, cioccolato, formaggio, pesce, caffè, senape, grano, noci, fragole, fragole, lamponi, uva, cachi, cacao, pomodori, barbabietola, sedano, melone, carote, ananas, more, agrumi, miele, ribes nero, melograno, funghi, spezie, salse, caviale rosso, conserve e prodotti in salamoia, carni affumicate, bevande gassate e alcoliche,
  • i prodotti con un moderato grado di attività allergenica includono: maiale, ribes, tacchino, patate, coniglio, piselli, pesche, mais, riso, albicocche, pepe verde, grano saraceno, segale, banane, grano saraceno, mirtilli rossi,
  • i prodotti a basso grado di attività allergenica comprendono: agnello, manzo (varietà a basso contenuto di grassi), carne di pollo bollita, zucca (toni chiari), zucchine, rapa, zucca, mele verdi e gialle, uva spina, prugna, ribes bianco, cetriolo verde, anguria , mandorle, prodotti lattiero-caseari fermentati, verdure da giardino, frattaglie (fegato, lingua, rene), riso, porridge di farina d'avena e orzo, crema, olio di oliva e di girasole, pere, frutta secca.

Dieta allergica per adulti

I principi generali della nutrizione dietetica per le persone soggette ad allergie si riflettono in una dieta ipoallergenica non specifica - Tabella №5 HA (ipoallergenico), che si basa su Dieta numero 5progettato per i pazienti con malattie del fegato e del sistema biliare. Nel periodo acuto di una malattia allergica, gli alimenti antiallergici dovrebbero costituire la base della dieta. Di norma, il paziente deve seguire una dieta rigorosa fino a quando le manifestazioni della malattia persistono. La durata di tale dieta dovrebbe essere di circa 3 settimane per gli adulti e circa 10 giorni per un bambino.

Man mano che i sintomi si attenuano, il menu può essere ampliato con prodotti con un moderato grado di attività allergenica, che vengono introdotti in piccole quantità. In primo luogo, pane bianco, pesce magro bollito di varietà bianche, cipolle fresche, succhi di frutta freschi e purea di frutta, composte vengono introdotti nella dieta. Allo stesso tempo, vengono introdotti per la prima volta verdure e frutti di colore verde e giallo e, in assenza di lesioni, vengono introdotti arancia / zucca e frutti / verdure rossi dopo alcuni giorni.

Ogni nuovo prodotto deve essere introdotto non più di una volta ogni tre giorni, tenendo conto della risposta dell'organismo a ciascun prodotto appena introdotto. Se non ci sono reazioni negative, questo prodotto per la salute è sicuro e può essere incluso nella dieta di base per chi soffre di allergie. Se, dopo la sua introduzione, la reazione allergica è ripresa, allora dovrebbe essere completamente eliminata dalla dieta.

Nonostante il fatto che una dieta ipoallergenica rigorosa nel periodo acuto della malattia includa un elenco limitato di prodotti, la dieta del paziente deve essere fisiologicamente completa, ma non eccessiva in termini di contenuto di micronutrienti (in particolare proteine) e significato energetico. È estremamente importante escludere dal menu tutti gli alimenti, gli allergeni e i piatti, nell'ambito dei quali sono presenti anche in quantità minime. Pertanto, in caso di una reazione allergica del paziente alle uova di gallina, è necessario escludere maionese, creme, casseruole, prodotti a base di farina e tutti i piatti le cui ricette includono uova o suoi componenti.

Se l'allergene causale non è noto, tutti i prodotti con un alto grado di attività allergenica - latte, uova, frutti di mare, pesce, uova di pesce, agrumi, pomodori, miele, cioccolato, meloni, fragole e noci - sono esclusi dalla dieta.

Nella dieta sono limitati a prodotti contenenti carboidrati facilmente digeribili: miele, zucchero, caramelle, confetteria, marmellata, cioccolato. Lo zucchero può essere sostituito da saccarina, aspartame, xilitolo. La dieta è arricchita con alimenti contenenti grandi quantità di calcio (latticini, ricotta), che ha effetti antiallergici e antinfiammatori. Allo stesso tempo, nella dieta limitare i prodotti contenenti acido ossalicoche riduce l'assorbimento del calcio.

Il sale e tutti i cibi salati sono soggetti a restrizioni. Nella dieta aumentare il contenuto di cibi ricchi vitamine (frutta e verdura consentite) e bioflavonoidirafforzare le pareti dei vasi sanguigni.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata ai prodotti che hanno una pronunciata reazione crociata allergica. In caso di intolleranza a un tipo di cibo, altri tipi dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Di seguito sono riportati alcuni di questi alimenti e un elenco di prodotti che reagiscono in modo incrociato con ciascuno di essi.

  • Pesce - con tutti i tipi di pesce di fiume / di mare, frutti di mare (gamberi, granchi, aragoste, caviale, cozze, aragoste).
  • Latte di mucca - prodotti contenenti proteine ​​del latte di mucca, vitello, manzo e prodotti derivati, latte di capra.
  • Patate - pomodori, peperoncini rossi, melanzane, paprika.
  • Uova di gallina - carne di pollo e brodo, carne di anatra, maionese, carne di quaglia e uova, creme e salse contenenti componenti di uova di gallina.
  • Noci - altri tipi di noci, farina (riso, farina d'avena, grano saraceno), kiwi, sesamo, mango, papavero.
  • Banane - kiwi, avocado, melone, glutine di grano.
  • Agrumi - tutti gli altri tipi di agrumi (arancia, pompelmo, mandarino, limone).
  • Fragole - ribes, lamponi, more, mirtilli rossi.
  • Legumi - mango, arachidi, soia, lenticchie.
  • Prugna - albicocche, ciliegie, mandorle, pesche, nettarine, ciliegie, mele, prugne secche.
  • Kefir (kefir lievito) - pasta lievitata, formaggi muffa (Dor Blue, Roquefort, Brie), kvas.

Le eccezioni sono forti brodi di carne, funghi e pesce, spezie e condimenti, piatti piccanti, affumicati e salse. Quando si cucina la carne, il primo brodo deve essere versato e i cereali devono essere immersi in acqua per 2 ore prima della cottura.

Quando si selezionano i prodotti, è estremamente importante prestare attenzione alla presenza di additivi alimentari, che in molti casi sono allergeni, e anche conoscere la loro designazione in codice. I seguenti additivi alimentari sono i più pericolosi:

  • antiossidanti: E 321 (butilidranisolo/butilidrossitoluene).
  • conservanti: E 220-227(Solfiti) Е 249-252 (Nitrito) E 210-219 (acido benzoico e derivati) E 200-203 (acido sorbico).
  • coloranti: Е 122 (Azorubina) Е 102 (tartrazina), Е 110 (Giallo-arancio) Е 124 (cocciniglia rossa), E127(eritrosina), Е 151 (BN diamante nero).
  • gusti: B 550-553 (Glutammato).
  • Additivi gusto:E 621 (glutammato monosodico), Е 622 (glutammato di potassio), E 623 (calcio glutammato), Е 624 (glutammato di ammonio) eЕ 625 (magnesio glutammato).

I pasti nella dieta devono essere preparati cuocendo al forno o bollendo, i prodotti di frittura non sono ammessi. Ciò fornisce un risparmio chimico della mucosa gastrointestinale e riduce l'assorbimento di allergeni nell'intestino. Per la completa digestione delle proteine ​​alimentari, che sono potenziali allergeni, si raccomanda l'assunzione di cibo frazionato e una riduzione del volume delle porzioni.

Malattie allergiche (L'edema di Quincke, orticaria, rinite allergica). Allergie di varia origine (alimentari, medicinali, domestiche, polline, epidermiche, insetti e altri).

Prodotti consentiti

La dieta antiallergica comprende carne magra (senza pelle) bollita o in umido con carne di pollo, coniglio o tacchino. Grano, grano saraceno e farina d'avena sono ammessi dai cereali.

I primi piatti sono preparati senza zazharki su un brodo vegetale debole con l'aggiunta di varie verdure da giardino. Come contorno consentito patate, cotte in pezzi separati o sotto forma di purè di patate sull'acqua.

Nella dieta possono essere presenti yogurt senza additivi, ricotta fresca a basso contenuto di grassi, latticini a basso contenuto di grassi, crusca / pane integrale, pasta a base di grano duro, biscotti secchi.

Dai grassi: girasole vegetale o olio d'oliva. Verdure - insalate a foglia, cetriolo, zucchine in umido / bollite, cavolo, cipolle.

Verdure e verdure

melanzana1,20,14,524 zucchini0,60,34,624 cavolo1,80,14,727 broccoli3,00,45,228 Cavoletti di Bruxelles4,80,08,043 cavolfiore2,50,35,430 cipolla verde1,30,04,619 cipolle a bulbo1,40,010,441 cocomeri0,80,12,815 zucca0,60,14,319 prezzemolo3,70,47,647 insalata1,20,31,312 sedano0,90,12,112 asparagi1,90,13,120 Topinambur2,10,112,861 aneto2,50,56,338 fagioli7,80,521,5123 aglio6,50,529,9143 lenticchia24,01,542,7284 pere0,40,310,942 nettarina0,90,211,848 pesche0,90,111,346 mele0,40,49,847 uva spina0,70,212,043 ribes nero1,00,47,344

Cereali e cereali

grano saraceno (non macinati)12,63,362,1313 semolino10,31,073,3328 fiocchi d'avena12,36,159,5342 Avena-si sfalda11,97,269,3366 crusca di frumento15,13,853,6296

Benefici dell'allergia

Prodotti con allergeni bassi:
latticini (ryazhenka, kefir, yogurt naturale, ricotta), carne di maiale e manzo magra bollita o in umido, pollo, pesce (branzino, merluzzo), frattaglie (rene, fegato, lingua), grano saraceno, riso, pane di mais, verdure e verdure (cavolo, broccoli, svedese, cetrioli, spinaci, aneto, prezzemolo, insalata verde, zucca, zucchine, rapa), farina d'avena, riso, orzo, semola, magro (oliva e girasole) e burro, alcuni tipi di frutta e bacche (mele verdi, uva spina, pere, ciliegie bianche, ribes bianco) e frutta secca ( mele e pere ushenye, prugne), composte e uzvar di loro fianchi brodo, tè e acqua minerale senza gas.

Prodotti con un livello moderato di allergeni:
cereali (grano, segale), grano saraceno, mais, maiale grasso, agnello, carne di cavallo, carne di coniglio e tacchino, frutta e bacche (pesche, albicocche, ribes rosso e nero, mirtilli rossi, banane, mirtilli rossi, angurie), alcuni tipi di verdure ( peperone verde, piselli, patate, legumi).

Medicina tradizionale per il trattamento delle allergie:

  • infuso di camomilla (1 cucchiaio per tazza di acqua bollente, scaldare per mezz'ora e assumere 1 cucchiaio più volte al giorno),
  • il decotto del treno viene costantemente bevuto al posto del caffè o del tè, l'infuso di fiori di ortica è sordo (1 cucchiaio di fiori per tazza di acqua bollente, infuso per mezz'ora e prendi un bicchiere tre volte al giorno),
  • mummia (un grammo di mamma per litro di acqua calda, prendi cento ml al giorno),
  • decotto di infiorescenze di viburno e sequenza tripla divisa (1 cucchiaino di miscela per duecento ml di acqua bollente, lasciare per 15 minuti, prendere mezza tazza invece di tè tre volte al giorno).

Prodotti pericolosi e dannosi per le allergie

Prodotti pericolosi con allergeni elevati:

  • frutti di mare, la maggior parte delle varietà di pesce, caviale rosso e nero,
  • latte vaccino fresco, formaggi, prodotti lattiero-caseari interi, uova, affumicati semicotti e crudi, salsicce, salsicce, salsicce,
  • prodotti lattiero-caseari industriali, prodotti in salamoia, prodotti salati, piccanti e piccanti, salse, condimenti e spezie, alcuni tipi di verdure (zucca, peperoncino, pomodori, carote, crauti, melanzane, acetosa, sedano),
  • la maggior parte di frutta e bacche (fragole, mele rosse, fragole, lamponi, more, olivello spinoso, mirtilli, cachi, uva, ciliegie, melograni, melone, prugne, ananas), succhi di frutta, gelatina, frutta in umido,
  • tutti i tipi di agrumi, acqua gassata dolce o di frutta, gomma da masticare, yogurt non naturale aromatizzato, alcuni tipi di frutta secca (albicocche secche, datteri, fichi),
  • miele, noci e tutti i tipi di funghi, bevande alcoliche, cacao, caffè, cioccolato, caramello, marmellata, prodotti con additivi alimentari (emulsionanti, conservanti, aromi, coloranti),
  • cibi esotici.

Cause e sintomi di allergie

L'allergia è la risposta del sistema immunitario a sostanze estranee che entrano nel corpo.Questa reazione è di natura patologica ed è espressa in vari processi infiammatori che interessano tutto il corpo o i suoi singoli organi.

Le principali manifestazioni di allergie:

  • allergia cutanea (eruzione cutanea, arrossamento, vesciche, edema),
  • infiammazione e gonfiore della mucosa orale,
  • disturbi del tratto gastrointestinale,
  • broncospasmo,
  • altre manifestazioni (rinite, lacrimazione),
  • picchi di pressione sanguigna.

Trattamento allergico

Per il trattamento delle allergie, il medico può prescrivere farmaci che aiutano il paziente a eliminare i sintomi spiacevoli. Tuttavia, i farmaci da soli, di regola, non sono in grado di liberare il corpo dall'eccessiva sensibilità agli allergeni. Altri metodi terapeutici sono utilizzati a questo scopo e una dieta terapeutica svolge un ruolo importante tra loro.

Perché hai bisogno di una dieta per le allergie?

Una percentuale significativa di allergie è associata a vari alimenti che causano spiacevoli reazioni fisiologiche nelle persone, anche molto gravi, come angioedema e shock anafilattico. Pertanto, per le allergie alimentari, cambiare la dieta abituale è talvolta vitale e non solo uno dei metodi di trattamento.

Per altri tipi di allergie, come le allergie ai pollini (pollinosi), può anche essere necessaria una dieta. Per altri tipi di allergie, ad esempio per le allergie ai farmaci, potrebbe non essere applicata una dieta rigorosa, tuttavia potrebbero verificarsi alcune eccezioni a questa regola.

Alimenti per allergie, principi generali

Il principio generale della nutrizione nelle allergie è di escludere i prodotti che causano allergie. A volte altri prodotti correlati a quelli che causano allergie possono unirsi a questi prodotti.

Tuttavia, non tutti i casi di allergene possono essere determinati con un alto grado di affidabilità. Dopotutto, la solita dieta umana consiste in una varietà di prodotti. In molti casi, il medico può prescrivere un test allergenico, come test cutanei o test sulle immunoglobuline.

Se per qualche motivo è impossibile determinare l'allergene, allora una dieta ipoallergenica può essere adatta al paziente, in cui la quantità di alimenti potenzialmente allergenici sarà ridotta al minimo. Tale dieta è definita non specifica, in contrasto con quella specifica, destinata a pazienti con un certo tipo di allergia.

I principi generali della nutrizione nelle allergie sono l'eliminazione dalla dieta di alimenti che irritano l'intestino, accelerano l'assorbimento di potenziali allergeni e interferiscono con la digestione. Tali prodotti includono spezie, alcool, sale, zucchero. Inoltre, il paziente deve consumare quanta più acqua possibile, il che contribuisce alla rapida rimozione degli allergeni dal corpo. È necessario mangiare il più spesso possibile, 4-5 volte al giorno, ma in piccole porzioni.

Il paziente può mangiare solo piatti a base di ingredienti freschi. I piatti fritti e affumicati dovrebbero essere esclusi dalla dieta. È meglio mangiare cibi bolliti. Inoltre, non è possibile utilizzare prodotti semilavorati, conservazione, sottaceti, spezzatino. Se il paziente desidera introdurre un nuovo prodotto sconosciuto nella sua dieta, si raccomanda che qualcuno possa aiutarlo in caso di una reazione acuta.

Dieta di eliminazione

Tale dieta è prescritta da un medico. Non deve contenere il prodotto che provoca allergie. Sono inoltre vietati i prodotti che causano allergia crociata. In alcuni casi, la dieta di eliminazione può essere lenta, ovvero può includere periodicamente prodotti dall'elenco vietato. La durata della dieta è stabilita dal medico. Di solito è necessario seguire una dieta per tutta la vita o fino a quando il corpo non smette di essere sensibile all'allergene.

Il 90% di tutte le allergie è causato da una gamma limitata di prodotti. Questo elenco include:

Anche le reazioni allergiche a conservanti, coloranti e esaltatori di sapidità sono estremamente comuni. Alcuni tipi di carne - pollo, manzo, possono anche causare allergie.

Allergia alle arachidi

L'allergia alimentare alle arachidi è una delle forme più comuni di malattie allergiche e le reazioni allergiche da essa causate sono molto spesso gravi. Nei paesi in cui l'uso di arachidi è diventato ampiamente accettato, ad esempio negli Stati Uniti, ogni anno vengono registrate dozzine di decessi per complicanze da reazioni allergiche alle arachidi e il tasso di mortalità per allergie a questo prodotto è di circa i due terzi di tutte le allergie alimentari. Inoltre, l'allergia alle arachidi è altamente resistente. A differenza di altri tipi di allergie, è improbabile una cura.

Per sbarazzarsi di questo pericolo, una persona che soffre di questo tipo di allergia non è abbastanza per non mangiare noccioline. Il fatto è che questo prodotto viene utilizzato in vari prodotti dolciari - torte, dolci, biscotti, gelati, ecc. E spesso viene aggiunto a questi prodotti in forma fritta. Qui dobbiamo tenere presente che (a differenza di molti altri prodotti), le arachidi tostate sono le più allergeniche e non crude.

Cosa resta quindi da fare? Basta controllare ogni prodotto per la presenza di arachidi o sostanze che lo contengono, ad esempio burro di arachidi. Infatti, per molte allergie, anche la più piccola quantità di proteine ​​di arachidi può causare le reazioni allergiche più forti. Tuttavia, l'eccezione della dieta di arachidi non dovrebbe essere limitata. Dopotutto, un'allergia a questa noce può causare allergie crociate ad altre noci - noci, anacardi, nocciole, mandorle, ecc.

Allergia alle uova di gallina

Questo tipo di allergia è più comune nei bambini. Tuttavia, anche negli adulti non è raro. L'allergia alle proteine ​​del pollo è più comune dell'allergia al tuorlo.

Quando si prepara il menu per le allergie alle uova, è necessario tenere presente che gli alimenti che includono componenti di uova di gallina sono molto diffusi. Questo e omelette, maionese e prodotti da forno. Pertanto, anche questi prodotti devono essere esclusi dalla dieta. Attenzione dovrebbe essere inclusa anche nel menu, carne di pollo, perché può anche sviluppare allergie.

Allergia al latte

Non confondere l'allergia al latte con l'intolleranza al latte. L'allergia al latte è causata da reazioni allergiche alle proteine ​​presenti nel latte di vacca, principalmente caseina. L'intolleranza al latte significa che la persona nel sistema digestivo non ha abbastanza enzimi per abbattere lo zucchero del latte - il lattosio. Il massimo che un'intolleranza può minacciare una persona è un disturbo digestivo dopo aver bevuto latte, ma in alcuni casi un'allergia può essere fatale. Pertanto, i requisiti per una dieta di eliminazione per le allergie alle proteine ​​del latte sono molto più rigorosi. Non solo il latte, ma anche altri prodotti a base di esso - yogurt, kefir, formaggio, panna acida, ecc., Dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Va inoltre tenuto presente che il latte viene utilizzato nella preparazione di molti prodotti da forno e dolciumi.

Allergia ai frutti di mare

Questo gruppo comprende allergie causate da pesci e carne di altri animali marini: gamberetti, granchi, calamari, cozze, ecc. Le allergie ai pesci possono essere combinate con allergie ad altri frutti di mare e non possono essere combinate. Ma anche se una tale combinazione non viene osservata, in seguito può svilupparsi un'allergia di questo tipo incrociato. Pertanto, se sei allergico ai frutti di mare, dovresti anche rimuovere il pesce dalla dieta e viceversa. Va tenuto presente che il pesce rosso (rappresentanti delle famiglie di salmoni e storioni) è più allergenico rispetto ad altre varietà di pesci.

Allergia alla carne

L'allergia alle proteine ​​della carne oggi non è così rara. Un paziente con questo tipo di allergia di solito soffre di un'allergia a un particolare tipo di carne. Pertanto, con una dieta di eliminazione, è necessario abbandonare questo tipo di carne in qualsiasi forma, poiché il trattamento termico non altera le proprietà allergeniche delle proteine. Tuttavia, con lo sviluppo della malattia, può verificarsi anche allergia crociata ad altri tipi di carne, e questo dovrebbe essere preso in considerazione durante la preparazione della dieta.

Allergia al glutine

Il glutine è una delle proteine ​​presenti nel grano. Soffrono di questo tipo di allergie, forse la più difficile da trovare una dieta adatta, perché la farina di grano viene utilizzata in quasi tutti i prodotti dell'industria della panificazione, della pasta e della pasticceria. Pertanto, è necessario abbandonare qualsiasi cottura o cercare prodotti realizzati con un diverso tipo di farina. Allo stesso tempo, tuttavia, non vi è alcuna garanzia che la farina preparata da altri cereali non svilupperà allergia crociata.

Allergia ai pollini (pollinosi)

Con questo tipo di allergia, il paziente dovrebbe evitare di mangiare miele e prodotti delle api in qualsiasi forma. Inoltre, gli allergeni contenuti nel polline possono essere simili agli allergeni contenuti in alcuni tipi di frutta. Ad esempio, se sei allergico al polline di betulla, non dovresti mangiare pesche e mele, perché contengono proteine ​​simili agli allergeni del polline di betulla.

Allergia agli antibiotici

Con questa forma di allergia ai farmaci, dovresti esaminare attentamente le etichette dei prodotti prima di acquistare cibo. Non è un segreto che molti di loro usano antibiotici penicillinici come conservanti. Gli antibiotici sono spesso usati anche per il trattamento degli animali da allevamento, quindi possono entrare nel latte e nella carne. Pertanto, l'uso di carne e latticini, alimenti in scatola dovrebbe essere ridotto al minimo. Per ridurre l'allergenicità dei prodotti contenenti antibiotici, dovrebbero essere sottoposti a un trattamento termico intensivo, poiché la maggior parte degli antibiotici vengono distrutti quando riscaldati.

Prodotti con alta e bassa allergenicità

Di seguito sono elencati gli alimenti che dovrebbero essere esclusi dalla dieta in una dieta ipoallergenica non specifica. Questo elenco include non solo i prodotti contenenti un gran numero di allergeni, ma anche quelli che hanno la capacità di provocare reazioni allergiche:

  • pesce e caviale
  • frutti di mare
  • cioccolato e cacao
  • caffè,
  • alcol,
  • sottaceti, sottaceti, conserve, carni affumicate,
  • prodotti esotici
  • funghi,
  • gomme da masticare e gomme da masticare,
  • miele
  • noci e noccioline,
  • agrumi
  • frutti rossi
  • latte intero,
  • formaggio
  • uova,
  • condimenti, spezie e salse,
  • bevande gassate dolci.

Prodotti a basso grado di allergenicità, adatti alla preparazione della dieta di una dieta ipoallergenica non specifica:

  • latticini, yogurt senza coloranti,
  • carni magre, tacchino, agnello,
  • mais, grano saraceno e farina d'avena, pane a base di farina di mais e grano saraceno,
  • verdure e frutta verdi e bianche, patate,
  • legumi (tranne le arachidi).

Menu per allergie negli adulti

Di seguito è riportata una versione di esempio del menu per diete allergiche non specifiche. Una dieta non specifica può essere utile per i pazienti con allergie stagionali, come il polline, o utilizzati per esacerbare la malattia. Naturalmente, questa raccomandazione non è esaustiva, poiché in molti modi fattori quali le preferenze del paziente, l'età, le malattie concomitanti, ecc., Influenzano il menu delle allergie. Ciò significa che solo un allergologo può scegliere la dieta individuale più adatta per un paziente.

Colazione: porridge di grano saraceno, ricotta a basso contenuto di grassi, tè.

Pranzo: mela verde.

Pranzo: zuppa di broccoli, pasta, polpette di pollo, frutta in umido.

Allergia e nutrizione

Il cibo è necessario per la formazione di energia, attraverso la quale funzionano tutti gli organi umani. È anche molto importante osservare la presenza nel cibo di tutte le vitamine e i minerali utili.

Tuttavia, ci sono casi in cui, insieme ad allergeni alimentari, il sistema immunitario non riesce a far fronte al corpo umano. In tali casi, si verifica una reazione allergica, che molto spesso si manifesta sotto forma di eruzione cutanea e sensazione di malessere.

Soprattutto spesso tali reazioni sono bambini la cui immunità è molto debole. In tali casi, è necessario escludere dalla dieta tutti gli alimenti che causano cattive condizioni di salute, ma senza disturbare la ricezione della quantità richiesta di nutrienti nel corpo.

Cos'è la terapia dietetica?

Alimento speciale, che elimina la possibilità di reazioni allergiche.

Questo metodo di dieta mira non solo ad eliminare i sintomi spiacevoli, ma anche alla completa eliminazione degli allergeni che causano allergie, nonché a ridurre il rischio di recidiva.

L'azione di tale nutrizione è finalizzata a migliorare il lavoro degli organi interni e migliora la digestione del cibo.

La terapia dietetica mira a svolgere i seguenti compiti:

  • Ridurre i sintomi della malattia e la completa eliminazione delle allergie,
  • Saturazione del corpo con tutti i composti necessari
  • Rimozione di sostanze tossiche dal corpo,
  • Rafforzare il sistema immunitario,
  • Prevenire l'insorgenza di spiacevoli sintomi di allergie e cattive condizioni di salute.

Dieta non specifica

Questo tipo di dieta è progettato per escludere completamente tutti i prodotti che possono causare sintomi allergici dalla dieta di una persona. La dieta è piuttosto complessa nell'esecuzione e richiede uno studio dettagliato del cibo che è incluso nel menu giornaliero.

Quando la dieta non specifica viene utilizzata più spesso i seguenti prodotti:

  • Prodotti integrali a base di cereali,
  • Pasta,
  • Kashi,
  • Latticini senza grassi,
  • Frutta e verdura verde
  • Olio vegetale,
  • Tè nero
  • pollo,
  • tacchino,
  • Ancora acqua.

Una volta completato il corso del trattamento, è necessario introdurre gradualmente altri tipi di alimenti nella dieta e osservare la reazione del corpo.

Tipi di prodotti contenenti allergeni

Esistono alcuni gruppi di prodotti che possono avere un livello aumentato di allergeni e più spesso causare una reazione allergica nel corpo.

Alto livello:

  • Tutti i tipi di noci,
  • Prodotti lattiero-caseari grassi,
  • frutti di mare
  • Pesce grasso
  • agrumi,
  • spezie,
  • Frutta e verdura sono arancioni e rosse,
  • zucchero,
  • caffè,
  • uova,
  • salse,
  • Carne affumicata
  • salumi,
  • Prodotti dolciari,
  • Med.

Livello medio:

Basso livello:

  • pollo,
  • coniglio,
  • tacchino,
  • Latticini,
  • Porridge di mais,
  • cavolo,
  • broccoli,
  • prezzemolo,
  • Mele Verdi
  • pere,
  • cetrioli,
  • Zucchini.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata agli additivi alimentari, hanno anche un alto livello di provocare una reazione allergica:

  • sapori
  • Gusto amplificatori,
  • Conservanti dei seguenti tipi: E 220, 221, 222, 223, 224, 225, E 249, 250, 251, 252, 253, 254,
  • Coloranti: E 102, E 110, E 122, 123, 124.

Quando acquisti cibo, devi prestare molta attenzione ai componenti costitutivi del cibo.

Con un gran numero di additivi dannosi per escludere tali prodotti dal menu giornaliero.

Per gli adulti

Molti adulti hanno un atteggiamento negativo nei confronti dell'osservanza di vari tipi di diete che mirano ad eliminare le allergie.

Tuttavia, questo è sbagliato, poiché l'uso di droghe non sempre affronta la completa eliminazione delle allergie.

Molto spesso contribuisce a una riduzione temporanea dei sintomi spiacevoli.

Utilizzare questi tipi di diete consigliati nelle seguenti situazioni:

  • Se le allergie alimentari sono causate da un prodotto alimentare di cui la persona è a conoscenza e esiste la possibilità di escluderle dal menu giornaliero,
  • Con allergie stagionali, quando una persona allergica può selezionare un allergene con il metodo di selezione ed eliminarlo dalla dieta.

Dopo che i sintomi della reazione del corpo scompaiono gradualmente, la persona può iniziare a mangiare normalmente, riducendo la quantità di allergeni nel corpo.

Linee guida per la sostituzione di allergeni

L'età dei bambini deve spesso affrontare il problema delle allergie.

Appare un tale tipo di malattia spiacevole fin dai primi giorni di vita.

Pertanto, è molto importante monitorare attentamente la dieta quotidiana del bambino e osservare tempestivamente la comparsa di vari sintomi della malattia.

Nell'infanzia, possono verificarsi i seguenti tipi di allergie:

  • Durante l'allattamento l'allergia può verificarsi nei neonati per gli alimenti consumati da una donna che allatta. In tali casi, è necessario che la madre osservi il cibo dietetico ed escluda tutti i possibili allergeni,
  • Durante il periodo di alimentazione il bambino può reagire negativamente ai nuovi pasti in arrivo. Pertanto, nelle fasi iniziali dell'alimentazione, si consiglia di utilizzare solo prodotti ipoallergenici e di introdurli gradualmente in una quantità minima.

Un altro problema comune nei bambini è l'emergere di un'allergia al glutine e alle proteine. Va notato che il glutine non fa parte del latte materno, questo tipo di allergia appare più spesso durante il periodo di alimentazione complementare.

Pertanto, quando si scelgono alimenti per l'alimentazione di un bambino, è necessario scegliere ipoallergenico e senza glutine.

Per i bambini più grandi, si raccomanda di escludere i seguenti prodotti dalla dieta:

  • pane
  • pasta,
  • Orzo e cereali di segale,
  • pasticceria
  • Prodotti semilavorati
  • Salse e condimenti,
  • Canning.

Molto spesso, questo tipo di allergia in un bambino è privo di glutine nel processo di maturazione, soggetto a un trattamento adeguato. Pertanto, è molto importante cercare aiuto in modo tempestivo.

Dieta per allergie stagionali

Molto spesso, durante il periodo di fioritura e crescita della vegetazione, una persona può manifestare sintomi allergici.

Pertanto, è molto importante osservare un tipo speciale di cibo dietetico, che mira a ridurre la probabilità della formazione di una reazione crociata.

Un adulto deve ridurre il consumo dei seguenti alimenti:

Nell'infanzia, le cause più comuni delle allergie stagionali sono i seguenti fattori:

  • ereditarietà,
  • Il trasferimento della malattia di una donna di tipo infettivo nel periodo del parto,
  • Contattare direttamente con l'allergene,
  • Cattiva alimentazione durante l'allattamento,
  • Vaccinazione inadeguata
  • Alimentazione artificiale.

Pertanto, solo un professionista medico specializzato dovrebbe identificare la causa e il fattore che influenza il sistema immunitario del bambino.

E inoltre è necessario escludere:

  • dolce,
  • miele,
  • Carne affumicata
  • salumi,
  • fragole,
  • lamponi,
  • Tisane
  • agrumi,
  • Noci.

Dieta per allergie da contatto in adulti e bambini

Quando compaiono allergie cutanee, è necessaria una dieta speciale, che fa parte di una terapia complessa per il trattamento di una malattia.

Per i bambini, la comparsa di allergie cutanee tende a causare un gran numero di sintomi spiacevoli, come prurito e febbre.

Pertanto, i genitori dovrebbero escludere tutti gli alimenti ad alto e medio livello di allergeni dalla dieta del bambino, nonché l'acquisto di prodotti per garantire l'assenza di additivi speciali.

I tipi di cibo più ottimali sia per il bambino che per l'adulto, soggetti a questo tipo di dieta sono:

  • Carne di vitello bollita,
  • Verdure bollite,
  • Mele al forno,
  • Kashi,
  • Latticini a basso contenuto calorico,
  • Zuppe in brodo vegetale,
  • Decotti di mele secche,
  • cetrioli,
  • zucchine
  • Olio vegetale

Si raccomanda di seguire tali diete fino alla completa scomparsa della malattia e di introdurre gradualmente altri tipi di alimenti nella dieta.

Caratteristiche dieta:

  • Il cibo dovrebbe essere servito in piccole porzioni. fino a cinque volte al giorno. Ciò garantirà la completa digestione del cibo e la fornitura di vitamine essenziali alle destinazioni. E ridurre anche la probabilità di deposizione di tossine,
  • Verdure fresche - è necessario mangiare crudo,
  • Si consiglia di usare piatti di carne bolliti o al vapore. senza aggiungere spezie e esaltatori di sapidità,
  • Non si dovrebbe escludere completamente dalla dieta alimentare contenente proteine, poiché è necessario per il normale funzionamento di quasi tutti gli organi interni e trasporta le vitamine verso le loro destinazioni,
  • Quando si pensa attraverso il menu, è necessario considerare la probabilità di reazioni crociate., per alimenti che hanno una struttura simile all'allergene,
  • Eliminare completamente l'alcol e ridurre l'assunzione di zucchero..

Dopo aver identificato correttamente l'allergene, una persona sarà in grado di eliminare a lungo la comparsa dell'allergia.

Dieta per allergia ai farmaci negli adulti e nei bambini

Quando si verifica una reazione ai farmaci, molto spesso non viene prescritta l'adesione a una dieta speciale. Lo specialista seleziona la sostituzione di medicinali, riducendo in tal modo la probabilità di ricorrenza della reazione.

La reazione ai farmaci si verifica spesso nei seguenti gruppi di farmaci:

  • antibiotici
  • Sostanze ormonali
  • Prodotti contenenti ferro
  • aspirina,
  • Farmaci che hanno un effetto dormiente,
  • Anestetici.

Tuttavia, molti medici consigliano al momento dell'esacerbazione di tali allergie, è necessario limitare l'uso dei seguenti tipi di alimenti:

  • agrumi,
  • frutti di mare
  • spezie,
  • salumi,
  • Frutta a guscio,
  • Fragole.

Con una tale allergia, è necessario escludere l'uso di bevande alcoliche e frutta esotica.

L'età dei bambini è più sensibile alle allergie ai farmaci. Questo vale soprattutto per gli antibiotici.

Quando si verifica una tale reazione, il paziente viene trasferito a una dieta rigida, che molto spesso consiste in:

  • Porridge di riso,
  • Pollo bollito,
  • Brodo vegetale,
  • composta
  • Pasta.

Dieta per una donna che allatta

Il latte materno contiene in sé assolutamente tutti i componenti del cibo disponibili nella dieta di una donna.

Pertanto, è molto importante mangiare bene e seguire una certa dieta, che prevede l'esclusione di tutti i componenti allergenici.

Gli esperti raccomandano di iniziare questo metodo di nutrizione nell'ultima settimana di gravidanza.

Ciò è dovuto al fatto che gli allergeni nel latte possono persistere per diversi giorni e causare la comparsa di allergie nel neonato.

Si consiglia di utilizzare:

  • Latticini come kefir e formaggio
  • Varietà di pesce a basso contenuto di grassi,
  • Carne di coniglio,
  • tacchino,
  • Vitello Bollito,
  • tè,
  • Kashi,
  • I frutti sono verdi, in una piccola quantità aumentando gradualmente il dosaggio,
  • Patate bollite
  • Pasta.

È vietato utilizzare:

  • Bevande al caffè
  • Tutti i tipi di cibo in scatola
  • salsicce,
  • pasticceria
  • Bevande gassate, soprattutto con contenuto di zucchero,
  • Bevande alcoliche,
  • salse,
  • spezie,
  • Frutta e verdura brillante,
  • Uova: vengono introdotte gradualmente, a partire dal terzo mese di vita di un neonato,
  • cioccolato:
  • Citrus.

Le allergie più comuni compaiono nei bambini ai seguenti tipi di alimenti:

  • Frutti rossi
  • salsiccia,
  • Pesce rosso
  • Tutti i tipi di noci,
  • Olio vegetale,
  • salse,
  • spezie,
  • Dolci.

Bisogna fare attenzione quando si consuma latte intero, poiché questo prodotto molto spesso provoca una reazione nei bambini e viene introdotto gradualmente, consentendo al corpo del bambino di abituarsi a tale cibo.

Il cibo aggiuntivo inizia ad essere gradualmente introdotto nella dieta di una madre che allatta solo dopo il secondo mese di alimentazione e solo dopo aver consultato un pediatra.

Quando e come posso smettere di stare?

Alcuni tipi di alimenti sono progettati per un corso specifico di trattamento e per ottenere un risultato visibile richiede la piena attuazione di questo tipo di dieta.

Molto spesso, tali restrizioni negli alimenti sono prescritte dai medici e viene monitorata la risposta del corpo. Con un'esecuzione indipendente di tale dieta, il paziente può notare un deterioramento delle condizioni generali.

Altri tipi di diete durano spesso diverse settimane e si fermano dopo la scomparsa di sintomi spiacevoli, come eruzioni cutanee e gonfiore della pelle.

Se è necessario inserire prodotti con un alto livello di reazione allergenica, è necessario utilizzare un piccolo dosaggio e utilizzare questo prodotto non più di una volta ogni pochi giorni.

Gli esperti raccomandano che nel periodo di entrata nella dieta del cibo proibito oltre ad utilizzare i complessi vitaminici, questo rafforzerà il sistema immunitario e aiuterà a far fronte all'influenza di fattori esterni sul corpo.

Come creare un menu per la settimana?

Prima di creare un menu, una persona deve decidere il tipo di reazione allergica e l'allergene che provoca sintomi spiacevoli.

Quando si compone un menu per un adulto, è necessario osservare le seguenti caratteristiche:

  • Il corpo deve ricevere la quantità necessaria di minerali e vitamine al giorno,
  • Il cibo dovrebbe contenere bassi livelli di allergeni,
  • Il cibo dovrebbe contenere il dosaggio calorico richiesto,
  • I pasti dovrebbero essere cotti a vapore o bolliti,
  • Ridurre la quantità di spezie nei piatti,
  • Elimina i brodi grassi,
  • Escludere tutti i tipi di cibo spazzatura.

Le funzionalità creano un menu per bambini:

  • È necessario eliminare completamente tutti gli allergeni dalla dieta del bambino,
  • Frutta e verdura dovrebbero essere consumate in quantità minima e solo quelle verdi,
  • Quando si beve il latte, si consiglia di diluirlo con acqua bollita non gassata,
  • Il menu è selezionato in base all'età del bambino,
  • Non dovresti comprare cibi pronti per il bambino, poiché non vi è alcuna probabilità che gli allergeni non siano presenti lì.

Nell'elaborare il menu dietetico, viene escluso un gran numero di prodotti, tuttavia è necessario assicurarsi che la dieta sia completamente bilanciata e varia. E poi ci sarà un aumento dell'immunità e l'eliminazione dei sintomi spiacevoli delle allergie.

Menu settimanale approssimativo per un adulto

Se necessario, aderendo al cibo dietetico per le allergie, è possibile utilizzare il seguente menu:

Primo giorno:

  • Colazione - porridge di miglio, tè,
  • Pranzo: spezzatino di pollo con broccoli
  • Sicuro, - verde mela,
  • Cena - pesce al forno con riso.

Secondo giorno:

  • Colazione - porridge di farina d'avena con kefir,
  • Pranzo: porridge di grano saraceno con cotoletta di pollo al vapore,
  • Sicuro, - banana,
  • Cena - zuppa di verdure con olio vegetale.

Terzo giorno:

    • Colazione - porridge d'orzo con burro, tè,
    • Pranzo - zuppa di pesce, pane con una varietà di grano duro con formaggio,
    • Sicuro, - mela,
    • Cena: pesce al vapore e insalata con cetrioli e olio vegetale.

Quarto giorno:

  • Colazione - mela, grattugiata con yogurt,
  • Pranzo: pancakes con pollo tritato,
  • Snack - Ricotta a basso contenuto di grassi,
  • Cena - porridge di grano saraceno con coniglio.

Quinto giorno:

  • Colazione - porridge di mais, composta,
  • Pranzo: spezzatino di verdure con pane di segale,
  • Snack - kefir skim,
  • Cena - zuppa di pollo e verdure.

Sesto giorno:

  • Colazione - farina d'avena e composta,
  • Pranzo - pesce al vapore con riso,
  • Mela verde al forno sicura
  • Cena: broccoli al vapore e cavolfiore.

7 ° giorno:

  • Colazione - porridge di miglio con kefir,
  • Pranzo - vitello bollito con verdure,
  • Sicuro, - sandwich con formaggio,
  • Cena - torta di tè vegetale.

Menu settimanale approssimativo per un bambino

Per i bambini si consiglia di utilizzare solo alimenti naturali e di escludere completamente vari tipi di semilavorati.

Si consiglia di utilizzare il seguente menu.

Primo giorno:

  • Colazione - porridge di farina d'avena, composta,
  • Pranzo - purè di patate con cotoletta di pollo, al vapore,
  • Snack - pera,
  • Cena - zuppa di patate, composta.

Secondo giorno:

  • Colazione - casseruola di ricotta con tè,
  • Pranzo - zuppa di verdure con polpette,
  • Sicuro, - biscotti di farina d'avena con camomilla,
  • cena - arrosto di vitello.

Terzo giorno:

  • Colazione - porridge di mais con zucchero,
  • Pranzo: zuppa di zucchine con tacchino,
  • Frutta cotta al sicuro
  • Pranzo - stufato di verdure

Quarto giorno:

  • Colazione - purè di patate e salsa con carne macinata,
  • Pranzo - zuppa di broccoli,
  • Snack - casseruola,
  • Cena - coniglio e pasta.

Quinto giorno:

  • Colazione - ricotta a basso contenuto di grassi,
  • Pranzo - zuppa di miglio con pollo,
  • Snack - pancakes,
  • Cena - patate stufate.

Sesto giorno:

  • Colazione: porridge multi-grano, insalata di mele e yogurt,
  • Pranzo - zuppa di spaghetti di pollo,
  • Sicuro, - banana,
  • Cena - casseruola di patate con vitello tritato.

Settimo giorno:

  • Colazione - qualsiasi cereale,
  • Pranzo - pesce bollito, insalata di verdure,
  • Biscotti di farina d'avena sicuri con gelatina,
  • Cena - Turchia, al forno con patate.

Consigli e consigli utili

Al fine di facilitare il rispetto della nutrizione dietetica, si raccomanda di osservare i seguenti suggerimenti degli specialisti per pazienti adulti:

  • Non acquistare alimenti contenenti OGM.
  • Escludere la presenza di alimenti per la casa, contenenti un gran numero di additivi alimentari,
  • Sostituisci tutti i succhi con acqua non gassata o tè debole,
  • Tutti i piatti devono essere cotti a vapore,
  • Dai la preferenza all'olio d'oliva o vegetale,
  • Non ridurre il numero richiesto di calorie richieste al giorno per una persona
  • Con una dieta, puoi bere contemporaneamente un ciclo di assorbenti, per rimuovere tutte le sostanze tossiche dal corpo,
  • Prima di iniziare la dieta, dovresti consultare un medico,
  • La dieta non elimina la malattia, richiede l'uso aggiuntivo di droghe,
  • Scegli un alimento speciale solo dopo aver determinato il tipo di reazione allergica,
  • Assicurati di utilizzare alimenti a base di latte acido per migliorare la digestione.

Specialisti delle raccomandazioni per la dieta durante l'infanzia:

  • Se un bambino ha un'allergia alle esche, è necessario rimandare l'introduzione di cibo aggiuntivo per un po 'di tempo e usarlo solo con un segno di assenza di allergeni,
  • Quando si scelgono i piatti a base di carne è necessario privilegiare la carne e la carne di vitello con un coniglio è escluso l'uso da parte del bambino di prodotti a base di carne arrostita,
  • Non usare i porridge di latte durante la dieta,
  • In presenza di effetti collaterali come vomito e diarrea, consigliato di entrare nel porridge dietetico dai cereali integrali,
  • Dieta allergica eseguito solo sotto la supervisione di un pediatra
  • Inizia a introdurre alimenti nella dieta non serve più di una volta al giorno per un cucchiaino,
  • Si consiglia di bere il tè di camomilla.che ha la proprietà di lenire il corpo e rimuovere il gonfiore,
  • I genitori dovrebbero tenere un diario nutrizionale dei bambini, che consente di monitorare lo sviluppo di allergie in modo tempestivo e di aiutare a evitare sintomi spiacevoli in età avanzata.

Conclusione

Il verificarsi di una reazione allergica è un tipo di disagio spiacevole che può sconvolgere l'equilibrio del corpo umano.

Pertanto, è molto importante contattare tempestivamente uno specialista che prescriverà la diagnosi e aiuterà a identificare la causa del disagio.

Molto spesso, viene prescritto un trattamento per osservare un certo tipo di dieta, che riduce il contatto dell'allergene con il corpo. Gli esperti non raccomandano di ignorare tale metodo di trattamento e di utilizzare metodi terapeutici complessi.

Prodotti a base di carne

manzo cotto25,816,80,0254 spezzatino di manzo16,818,30,0232 pollo bollito25,27,40,0170 petto di pollo al vapore23,61,90,0113 filetto di tacchino bollito25,01,0-130

Oli e grassi

burro0,582,50,8748 olio di semi di lino0,099,80,0898 olio d'oliva0,099,80,0898 olio di semi di girasole0,099,90,0899

Prodotti totalmente o parzialmente soggetti a restrizioni

La dieta antiallergica comporta l'esclusione dalla dieta di cibi come carne e brodi di pesce e tutti i primi piatti a base di carne, carne rossa grassa, carne affumicata, anatra, oca, latte intero, la maggior parte delle salsicce, uova di gallina, pesce "rosso" di ogni tipo, cioccolato , agrumi, prodotti farinacei e dolci, frutti di mare (gamberetti, cozze, calamari), miele e prodotti derivati ​​(latte d'api, propoli), qualsiasi prodotto salato, verdure in salamoia, cibi in scatola, grassi culinari e animali, panna, formaggi salati e grassi, panna acida, dolce ozhki.

Sono esclusi gli alimenti contenenti carboidrati a digestione rapida: zucchero, confetteria, marmellata, miele, gelato, marmellate e caramelle. Anche pasta, semola, soia, riso bianco sono soggetti a restrizioni.

Aceto, tutti i condimenti (ketchup, senape, maionese, rafano), funghi, melanzane, melone, ananas, pasticceria e frutta / verdura di colore rosso e arancione (mandarini, pomodori, mele rosse, arance, barbabietole, ravanello , carote, ravanelli, fragole, fragole), noci (arachidi e nocciole), caffè.

Nel menu ipoallergenico, è vietato includere qualsiasi prodotto contenente additivi alimentari (coloranti, conservanti), succhi di frutta / verdura da bacche vietate, tè alla frutta, gassate dolci e tutte le bevande contenenti alcol e anidride carbonica.

I prodotti principali sono allergeni

In generale, le allergie possono essere sui seguenti prodotti:

  • Frutti di mare.
  • Latticini
  • Pesce.
  • Uova.
  • Legumi.
  • Med.
  • Noci.
  • Cioccolato.
  • Alcuni tipi di frutta e verdura.
  • Sedano.
  • Grano saraceno.
  • Alcune varietà di carne
  • Peanuts.

Un grande spazio tra le allergie conta per prodotti semilavorati, conserve, fast food, varie carni affumicate, bevande gassate dolci, salse. Causano cattive condizioni di salute nell'uomo, eruzioni cutanee e altri sintomi inerenti alle allergie. Ma cosa puoi mangiare con le allergie? A questo proposito imparerai ulteriormente.

Cosa mangiare per alcune allergie?

In caso di asma bronchiale, è possibile consumare quasi tutti i prodotti, ad eccezione di:

  • Pane Di Grano.
  • Noci.
  • Miele.
  • Alcuni frutti, tra cui l'acido salicilico.
  • Lampone.
  • Albicocche.
  • Arance.
  • Ciliegie.

Cosa puoi mangiare se sei allergico alla lana? Puoi mangiare quasi tutti gli alimenti tranne maiale e manzo.

Se sei allergico a zecche, polvere, dafnia, scarafaggi, dovresti evitare di mangiare i seguenti prodotti:

Reazione allergica all'ambrosia e con il tipo di febbre da fieno, i seguenti alimenti dovrebbero essere esclusi:

  • Olio di semi di girasole
  • Semi.
  • Anguria.
  • Melone.
  • Fragole.
  • Citrus.
  • Sedano.
  • Aneto e Prezzemolo
  • Spezie.

Cosa puoi mangiare se sei allergico alle proteine ​​del latte? Dovrebbe essere evitato:

  • Latte.
  • Prodotti lattiero-caseari fermentati.
  • Crema.
  • Formaggio.
  • Gelato
  • Pane Integrale
  • L'olio.

Cosa puoi mangiare per le allergie: un elenco

L'elenco dei prodotti che possono utilizzare per le allergie sono:

  • Carne bollita di manzo, pollo, tacchino.
  • Zuppe vegetariane
  • Oli di oliva, vegetali e girasole.
  • Riso, grano saraceno, farina d'avena.
  • Latte acido, ricotta, kefir e yogurt senza aromi.
  • Formaggio bianco.
  • Cetrioli, cavoli, verdure, patate, piselli.
  • Mele di varietà verdi e pere (cuocere prima dell'uso).
  • Mancanza di tè senza additivi.
  • Composta di frutta secca.
  • Non pane fresco, tortillas fresche, pane pita.

Quali pillole prendere per le allergie

I medicinali usati per alleviare i sintomi dell'allergia appartengono ai seguenti gruppi:

  • Antistaminici. Questi fondi non consentono il rilascio di mediatori di allergia e istamina.
  • Ormoni glucocorticoidi di esposizione sistemica.
  • Stabilizzatori di membrana. Riducono l'eccitabilità delle cellule che sono responsabili dello sviluppo di allergie.

Gli antistaminici sono usati per eliminare i sintomi delle allergie in un breve periodo. La nuova generazione di farmaci riduce la sensibilità all'istamina, quindi devono essere assunti più volte al giorno nello stesso intervallo di tempo.

Quali sono le pillole per le allergie? I farmaci ammessi includono: Suprastin, Tavegil, Dibazol. Non dimenticare di consultare un medico. In gravidanza, i farmaci allergici possono essere utilizzati solo in casi eccezionali.

Cos'altro può essere usato per le allergie? I preparati dell'ultima generazione da una reazione allergica colpiscono contemporaneamente i recettori dell'istamina e perdono la loro sensibilità nei confronti del mediatore allergico. Anche con un alto livello di istamina nel sangue, una reazione allergica non si svilupperà ulteriormente. Il vantaggio della nuova generazione di compresse è che non causano sedazione e vengono assunti solo una volta al giorno. Questi sono i farmaci: Ketotifen, Cetirizine, Claritin, Loratadine.

Gli stabilizzatori di membrana vengono utilizzati per rafforzare la membrana di basofilo e non distruggono l'allergene che è entrato nel corpo. Fondamentalmente, questo gruppo di farmaci prescritti per il trattamento delle allergie croniche.

Gli ormoni glucocorticoidi sono prescritti per gravi allergie, quando altri metodi e farmaci non hanno dato l'effetto desiderato. Sono considerati analoghi degli ormoni surrenali e hanno effetti antinfiammatori e antiallergici. Dopo il trattamento, questi ormoni devono essere cancellati, riducendo gradualmente la loro dose.

Test allergologici

Se hai sintomi di allergie, allora devi essere esaminato e identificare la causa. Dove posso fare il test per le allergie? Per fare ciò, è necessario contattare il laboratorio. Le analisi possono assumere i seguenti metodi:

  • Metodo Scratch. Nel processo di diagnostica, un allergene viene inserito nel sito di puntura. Dopo qualche tempo, possono verificarsi arrossamenti o gonfiori. Il test è positivo se la papula è superiore a 2 mm. In un sito di puntura possono essere eseguiti circa 20 campioni.
  • Metodo di iniezione
  • Test intradermici con un diverso componente di allergeni.

È necessario fare dei test se si verifica un'allergia dopo un pasto, medicine e prodotti chimici domestici. Il posizionamento dei test cutanei è considerato un metodo affidabile e provato per diagnosticare tutte le reazioni allergiche a cui l'organismo ha un'ipersensibilità. Tre giorni prima della diagnosi è necessario interrompere l'assunzione di antistaminici.

Dieta allergica: caratteristiche

  • Nei giorni di allergie da mangiare almeno 4 volte al giorno.
  • Usa carne bollita di manzo, pollo e maiale.
  • Durante questo periodo, mangia pasta, uova, latte, panna acida, kefir (se non ci sono controindicazioni).
  • Cetrioli, zucchine, verdure.
  • Si consiglia di rifiutare frutta, bacche e funghi.
  • Non puoi mangiare zucchero e miele, così come i prodotti, che includono questi componenti.
  • Per escludere prodotti dal test, bevande alcoliche, caffè, cacao, affumicati, sottaceti.

Tutti i prodotti e le medicine possono essere prescritti e modificati solo da un medico. Esiste un altro tipo di dieta ipoallergenica. Sono utilizzati non a scopo di trattamento, ma a scopo di profilassi, per eliminare le sostanze irritanti allergiche. Se l'allergia disturba abbastanza spesso, questa dieta deve essere seguita costantemente. I medici distinguono diverse tecniche corrispondenti. Sono usati per reazioni allergiche a vari stimoli.

Cibo dopo allergie

Cosa possono dopo le allergie? Quando i sintomi della malattia iniziano a passare, è possibile aggiungere gradualmente alla dieta alcuni alimenti. Questo viene eseguito secondo uno schema speciale da poco allergenico a altamente allergenico. Ogni nuovo prodotto viene introdotto una volta ogni tre giorni. Se è iniziata l'aggravamento di un'allergia, significa che l'ultimo prodotto è diventato allergenico. Elenco dei prodotti che possono essere utilizzati dopo le allergie:

  • Manzo, pollo o maiale a basso contenuto di grassi e bolliti.
  • Zuppe sul brodo secondario con aggiunta di cereali.
  • Zuppe vegetariane
  • Olio vegetale e panna
  • Patate lesse.
  • Porridge diverso
  • Prodotti lattici.
  • Cetrioli, verdure.
  • Anguria e mele cotte.
  • Tisana
  • Composta di bacche e frutta secca.
  • Pane bianco senza lievito.

Dieta per allergie esacerbate

Nel periodo di esacerbazione è necessario contattare un allergologo. Qui il medico sarà in grado di eseguire test che identificano l'allergene. È inoltre necessario seguire una dieta rigorosa. Si basa su diverse fasi:

  1. Il digiuno. Per due giorni, il paziente deve bere solo acqua. Da tè, caffè e bevande gassate in generale devono essere abbandonati. Durante il giorno è necessario prendere fino a 1,5 litri di acqua pura.
  2. Puoi entrare nella dieta di alcuni cibi. Dovrebbero essere i meno allergenici. Questi sono porridge, pane azzimo e brodo sulle verdure.

Con questa dieta, puoi rimanere una settimana e mangiare cibo fino a 7 volte al giorno in piccole porzioni. Successivamente, è necessario seguire una dieta di base per altre due settimane fino alla completa scomparsa dei sintomi di una reazione allergica. Per le allergie, puoi bere acqua purificata o minerale senza gas. Viene mostrato anche il tè senza aromi e additivi, composta di frutta secca, decotto di rosa canina. Non puoi bere caffè, cacao, birra, kvas, bevande gassate e vini di uva, vermouth, tinture, brandy.

L'allergia è una patologia abbastanza grave che può portare a complicazioni. Ai pazienti che soffrono di questa malattia, si raccomanda di seguire una determinata dieta, conoscere gli alimenti consentiti e proibiti per una particolare sostanza irritante. In concomitanza con il trattamento e l'uso di antistaminici, il medico attribuisce al paziente una dieta ipoallergica. È necessario osservarlo circa tre settimane prima della completa scomparsa dell'allergia. I preparati di ultima generazione sono prescritti una volta al giorno e possono essere utilizzati a lungo senza sviluppare la sindrome da dipendenza. Le persone che sono inclini a reazioni allergiche non devono abusare di alcol e fumo. Questi fattori scatenano l'insorgenza della malattia. Ti benedica!

Guarda il video: 7 antistaminici naturali per ridurre lallergia - Salute 365 (Aprile 2020).