Antibiotici per la polmonite negli adulti: un elenco, efficacia

Trattamento antibiotico della polmonite negli adulti: schema e decorso.

Il trattamento della polmonite viene effettuato principalmente in ospedale.

In alcune situazioni (ad esempio, durante lo sviluppo dell'insufficienza respiratoria), possono essere necessarie misure di rianimazione, pertanto è inaccettabile rimanere a casa dopo aver stabilito e confermato la diagnosi, soprattutto se si parla di forme gravi di polmonite: bilaterale, congestizia, streptococcica o klebsielle.

Gli antibiotici per la polmonite sono la base di base per il trattamento di pazienti di qualsiasi età e con qualsiasi forma di diagnosi.

La selezione di un farmaco efficace per l'infezione polmonare è un compito molto difficile, poiché tutti i medicinali hanno diversi gradi di attività contro gli organismi nocivi (agenti infettivi).

In alcuni casi, i risultati di uno speciale test di sensibilità devono attendere più di 10 giorni.

Tale periodo può costare la vita del paziente, quindi è importante conoscere le basi della terapia antibiotica al fine di fornire al paziente l'aiuto necessario e iniziare il trattamento nella fase iniziale.

Quando è necessario il ricovero in ospedale?

Nella diagnosi della polmonite nella maggior parte dei casi, il paziente viene posto in un ospedale: nel dipartimento di terapia, pneumologia o malattie infettive.

Alcuni finiscono per essere ricoverati in ospedale, credendo di poter far fronte alla malattia da soli.

Collocare il paziente in ospedale è un prerequisito nelle seguenti situazioni:

  • più di un lobo (segmento) del polmone è interessato,
  • entrambi i polmoni sono infetti (polmonite bilaterale),
  • la malattia è accompagnata da gravi sintomi clinici (febbre, confusione, emottisi, centri respiratori compromessi),
  • età fino a 1 anno
  • l'incapacità di fornire le cure necessarie e il riposo a letto al paziente a casa.

Una dieta ipercalorica con un alto contenuto di vitamine, acidi grassi saturi, minerali, fibre, nonché completo riposo e igiene sono obbligatori per il trattamento della polmonite a qualsiasi età.

Terapia antibatterica della polmonite negli adulti

Lo sviluppo del processo infiammatorio è causato da microrganismi che compongono la flora patogena (stafilococco, micoplasma, tricomonas, ecc.), Quindi il trattamento prevede l'assunzione di antibiotici.

Affinché la terapia sia efficace, è necessario determinare il tipo di agente patogeno e la sua sensibilità a vari gruppi di agenti antibatterici.

Per fare questo, ha condotto uno studio di laboratorio sullo scarico dell'espettorato.

La semina batteriologica consente di identificare quali batteri inizieranno a crescere attivamente e formare colonie.

Il test dura almeno 10 giorni. Questo periodo di tempo per la diagnosi di polmonite in un paziente è assente.

Pertanto, il trattamento inizia con l'uso di antibiotici ad ampio spettro.

Regime di trattamento antibiotico per la polmonite negli adulti

Il trattamento dei pazienti anziani è diverso dal trattamento prescritto ai minori di 40 anni.

Ciò è dovuto a cambiamenti legati all'età, a problemi di assorbimento del glucosio, nonché a una riduzione naturale delle risposte immunitarie.

La terapia farmacologica della polmonite è necessariamente integrata da farmaci antivirali, antitosse e immunomodulatori.

Il trattamento standard per la polmonite polmonare negli adulti di età superiore ai 60 anni prevede il seguente schema:

  • Avelox 400 mg (5 giorni) + doxiciclina (10-14 giorni),
  • Tavanic 500 mg + Amoxiclav 625 mg (2 settimane)
  • Avelox 400 mg + Ceftriaxone (10 giorni).

Nelle malattie polmonari gravi, una combinazione di "Levofloxacina" (infusione) e "Fortum" ("Cefepime") viene utilizzata sotto forma di iniezioni endovenose o intramuscolari.

Nei casi in cui il paziente viene collocato nell'unità di terapia intensiva, vengono spesso utilizzate le seguenti combinazioni di antibiotici:

  • Sumamed + Tavanic,
  • "Leflotsin" + "Fortum",
  • "Meronem" + "Targocid",
  • Meronem + Sumamed.

Con lo sviluppo di insufficienza respiratoria, al paziente viene prescritta l'inalazione di ossigeno.

Nella vecchiaia è indispensabile monitorare il lavoro del fegato e dei reni.

Trattamento antibiotico della polmonite negli adulti per tipo di agente patogeno

Le forme più pericolose di danno polmonare sono le infezioni causate da streptococchi e legionella (morbo dei legionari).

La mortalità per questi tipi di polmonite è il 48 percento di tutti i decessi segnalati.

Gli antibiotici per la polmonite dovrebbero essere prescritti dal primo giorno di diagnosi.

Dopo aver ottenuto i risultati della semina batteriologica, il regime di trattamento viene corretto in relazione al patogeno identificato.

Quali farmaci sono prescritti ai pazienti con vari agenti dannosi?

Tipo di agente patogeno (rappresentante della flora patogena)Gli antibiotici usati per trattare
Bacchetta emofila"Amoxicillina", "Amoxiclav", "Aminopenicillina".
legionellaEritromicina, macrolidi, fluorochinoloni, rifampicina.
streptococcoBenzilpenicillina, cefalosporine di terza generazione (Ceftriaxone), aminopenicillina, macrolidi
Klebsiella ed E. coliCefalosporine di terza generazione
stafilococcoOxacillina, aminopenicillina, cefalosporine di prima e seconda generazione
Micoplasma, clamidiaTetraciclina, macrolidi, fluorochinoloni

La durata del trattamento è di 10-14 giorni - durante questo periodo si accumula un numero sufficiente di componenti con attività biologica nel sangue, la flora patogena viene distrutta.

In assenza di un effetto terapeutico per 3-4 giorni di trattamento, il farmaco viene sostituito (se necessario, aggiustare la dose o il regime).

Errori nella nomina di antibiotici per la polmonite

Spesso, nel trattamento dei pazienti con polmonite, i medici aderiscono a schemi obsoleti, la cui inefficacia è stata ripetutamente dimostrata.

Questo vale soprattutto per gli specialisti dell '"indurimento sovietico", che sono stati addestrati secondo i metodi e i manuali dei vecchi tempi.

Il mondo non si ferma e le tattiche mediche vengono regolarmente studiate dalla comunità scientifica al fine di identificarne il più efficace e tenere conto delle caratteristiche che possono influenzare l'efficacia del trattamento.

Articoli di esperti medici

Antibiotici per la polmonite - il componente principale del processo di trattamento. L'infiammazione dei polmoni inizia in modo acuto, con febbre, tosse grave con espettorato marrone o giallo, dolori al petto quando si tossisce e si respira.

Il trattamento della polmonite richiede un ricovero urgente del paziente in un'unità terapeutica o di terapia intensiva (a seconda della gravità della condizione). Mostra riposo a letto, nutrizione vitaminica ed è anche importante consumare una grande quantità di liquido: tè, succo di frutta, latte, acqua minerale.

Poiché l'infiammazione del tessuto polmonare è spesso causata da microrganismi specifici, il modo più affidabile per combattere il patogeno è somministrare antibiotici per via intramuscolare e endovenosa. Questo metodo di somministrazione consente di mantenere un'alta concentrazione di antibiotici nel sangue, il che contribuisce alla lotta contro i batteri. Molto spesso, alla polmonite vengono prescritti antibiotici ad ampio spettro, poiché è impossibile identificare immediatamente l'agente patogeno e il minimo ritardo può costare la vita.

Fondamentalmente, i macrolidi (azitromicina, claritromicina, midecamicina, spiramicina) e gli antibiotici fluorochinolonici (moxifloxacina, levofloxacina, ciprofloxacina) sono ampiamente usati per trattare la polmonite. Per migliorare l'efficacia del trattamento, vengono prodotti antibiotici secondo uno schema speciale. Nella prima fase, l'antibiotico viene somministrato per via parenterale, intramuscolare o endovenosa, quindi gli antibiotici vengono prescritti in compresse.

Nonostante l'ampia scelta di antibiotici nelle farmacie, non automedicare, ma piuttosto cercare l'aiuto di uno specialista esperto, poiché gli antibiotici vengono scelti rigorosamente individualmente, sulla base dei dati di un'analisi dell'agente causale della polmonite. Inoltre, il trattamento della polmonite si basa non solo sulla terapia antibiotica, ma include diversi passaggi nello schema del trattamento generale.

Quali antibiotici per la polmonite saranno più efficaci è determinato dal laboratorio. Per fare questo, la coltura di espettorato batterico viene eseguita su un mezzo speciale e, a seconda di quali colonie batteriche iniziano a svilupparsi, determinano l'agente causale. Successivamente, fai un test per la sensibilità del patogeno agli antibiotici e sulla base di questi risultati, al paziente viene prescritto un gruppo specifico di farmaci antibatterici. Ma, poiché il processo di identificazione del patogeno può richiedere fino a 10 giorni o più, nella fase iniziale del trattamento della polmonite, al paziente vengono prescritti antibiotici ad ampio spettro. Per mantenere la concentrazione del farmaco nel sangue, viene somministrato sia per via endovenosa che intramuscolare, combinato con agenti antinfiammatori, assorbibili, vitamine, ecc., Ad esempio:

  • Streptococcus pneumoniae. Quando la terapia antipneumococcica prescriveva benzilpenicillina e aminopenicillina, derivati ​​di cefalosporine di terza generazione, come cefotaxime o ceftriaxone, macrolidi.
  • Haemofilus influenzae. Se viene rilevato bacillo emofilico, vengono prescritte aminopenicilline o amoxicillina.
  • Staphylococcus aureus. Antibiotici efficaci contro Staphylococcus aureus - oxacillina, aminopenicilline protette, cefalosporine I e II generazione.
  • Mycoplasma pneumoniae, Chlamydia pneumoniae. Antibiotici per il trattamento del micoplasma e della polmonite da clamidia - macrolidi e tetracicline, nonché fluorochinoloni.
  • Legionella pneumophila. Antibiotico efficace contro la legionella - eritromicina, rifampicina, macrolidi, fluorochinoloni.
  • Enterobacteriaceae spp. Antibiotici per il trattamento della polmonite causata da Klibsiella o E. coli - cefalosporine di terza generazione.

, , , , , ,

Trattamento della polmonite dopo antibiotici

Il trattamento della polmonite dopo gli antibiotici può essere la ragione per la selezione di farmaci inefficaci o in violazione della ricezione di agenti antibatterici: dosaggio errato, violazione della modalità di somministrazione. In condizioni normali, gli antibiotici vengono assunti fino a quando la temperatura non si normalizza e dopo altri 3 giorni. In casi gravi di polmonite, il trattamento può richiedere fino a 4-6 settimane. Se durante questo periodo non viene registrata la dinamica positiva della malattia, la ragione è il trattamento antibatterico sbagliato. In questo caso, viene eseguita un'analisi ripetuta dei batteri, dopo di che viene eseguito un ciclo di corretta terapia antibiotica. Dopo il completo recupero e risultati radiografici positivi, vengono mostrati il ​​trattamento del resort del sanatorio, l'interruzione del fumo e una maggiore nutrizione vitaminica.

Il paziente potrebbe aver bisogno di un trattamento aggiuntivo con antibiotici dopo la polmonite con:

  • Antibiotico selezionato in modo errato per il trattamento.
  • Frequente cambio di antibiotici.

Inoltre, in caso di recidiva della malattia può essere necessario il trattamento con antibiotici dopo la polmonite. La ragione di ciò è il trattamento antibiotico a lungo termine, che inibisce le difese del corpo. Inoltre, un risultato simile si verifica a causa dell'autotrattamento e dell'assunzione incontrollata di antibiotici in dosi non specificate.

Il trattamento della polmonite dopo gli antibiotici deve essere effettuato in ospedale e il monitoraggio radiografico sistematico. Se dopo 72 ore il quadro clinico non cambia o se alla fine del trattamento l'infiammazione non diminuisce ai raggi X, viene indicato un ciclo di trattamento ripetuto, ma con un antibiotico diverso, è necessaria anche la consultazione dello specialista della tubercolosi.

Antibiotici per la polmonite nei bambini

Gli antibiotici per la polmonite nei bambini iniziano a entrare immediatamente dopo la conferma della diagnosi. Il ricovero in ospedale obbligatorio in terapia o in caso di un corso complicato di rianimazione è per i bambini, se:

  • L'età del bambino è inferiore a due mesi, indipendentemente dalla gravità e dalla localizzazione del processo infiammatorio nei polmoni.
  • A un bambino di età inferiore a tre anni viene diagnosticata una polmonite lobare.
  • A un bambino di età inferiore a cinque anni viene diagnosticato più di un lobo del polmone.
  • Bambini con una storia di encefalopatia.
  • Un bambino fino a un anno, nella storia di un fatto confermato di infezione intrauterina.
  • Bambini con difetti congeniti del muscolo cardiaco e del sistema circolatorio.
  • Bambini con malattie croniche dell'apparato respiratorio, del sistema cardiovascolare, dei reni, del diabete e delle malattie del sangue maligne.
  • Bambini di famiglie iscritte ai servizi sociali.
  • Bambini di orfanotrofi, di famiglie con condizioni sociali inadeguate.
  • Il ricovero in ospedale dei bambini è mostrato in caso di non conformità con le raccomandazioni mediche e il trattamento a casa.
  • Bambini con polmonite grave.

Con lieve polmonite batterica, è indicata la somministrazione di antibiotici a base di penicillina, sia naturali che sintetici. Antibiotici naturali: benzilfenici

Il regime di trattamento descritto per la polmonite nei bambini viene prescritto prima di ottenere i risultati dell'analisi batterica e il rilevamento dell'agente patogeno. Dopo aver identificato l'agente patogeno, il medico prescrive ulteriori trattamenti rigorosamente individualmente.

, , , ,

Nomi antibiotici per polmonite

I nomi degli antibiotici per la polmonite indicano a quale gruppo appartiene questo o quel farmaco: ampicillina - oxacillina, ampiks, piperacillina, carbenicillina, ticarcillina, cefalosporine - claforan, cefobidi, ecc. Per il trattamento della polmonite nella medicina moderna sono usati come sintetici e semi-sintetici. e antibiotici naturali. Alcuni tipi di antibiotici agiscono selettivamente, solo su un certo tipo di batteri, e altri su una gamma abbastanza ampia di agenti patogeni. È con gli antibiotici ad ampio spettro che è consuetudine iniziare il trattamento antibatterico della polmonite.

Regole per la nomina di antibiotici per la polmonite:

Viene prescritto un farmaco antibatterico ad ampio spettro, basato sul decorso della malattia, sul colore dell'espettorato espettorante.

  • Effettuare un'analisi BAK dell'espettorato per identificare l'agente patogeno, mettere un campione sulla sensibilità dell'agente patogeno agli antibiotici.
  • Prescrivere uno schema di terapia antibiotica basato sui risultati dell'analisi. Allo stesso tempo, prendere in considerazione la gravità della malattia, l'efficacia, la probabilità di complicanze e allergie, possibili controindicazioni, il tasso di assorbimento del farmaco nel sangue, il tempo di escrezione dal corpo. Molto spesso, vengono prescritti due farmaci antibatterici, ad esempio un antibiotico del gruppo delle cefalosporine e i fluorochinoloni.

La polmonite ospedaliera viene trattata con amoxicillina, ceftazidima, con inefficacia - ticarcillina, cefotaxima. È anche possibile una combinazione di antibiotici, soprattutto in condizioni gravi, infezioni miste, immunità debole. In tali casi, prescrivere:

  • Cefuroxima e gentamicina.
  • Amoxicillina e gentamicina.
  • Lincomicina e amoxicillina.
  • Cefalosporina e lincomicina.
  • Cefalosporina e metronidazolo.

Nella polmonite acquisita in comunità, viene prescritta azitromicina, benzilpenicillina, fluorochinolone e, in condizioni gravi, cefotaxime, claritromicina. Sono possibili combinazioni degli antibiotici elencati.

Cambiare in modo indipendente la linea di trattamento con antibiotici non ne vale la pena, perché può portare allo sviluppo della resistenza dei microrganismi a determinati gruppi di farmaci, di conseguenza - l'inefficacia della terapia antibiotica.

Corso antibiotico per polmonite

Il corso degli antibiotici per la polmonite è prescritto dal medico curante, in base all'età del paziente, alla gravità della malattia, alla natura del patogeno e alla risposta del corpo alla terapia antibiotica.

Per la polmonite grave acquisita in comunità, è prescritto il seguente trattamento:

  1. Le aminopenicilline sono amoxicillina / clavulanato. Bambini in tenera età prescritti con aminoglicosidi.
  2. Possibili opzioni per il trattamento:
    • Antibiotici ticarcillinici
    • Cefalosporine II - IV generazioni.
    • fluorochinoloni

I seguenti antibiotici sono prescritti per l'aspirazione di polmonite batterica:

  1. Amoxicillina o clavulanato (Augmentin) per via endovenosa + aminoglicoside.
  2. Possibili opzioni per il trattamento, appuntamento:
    • Metronidazolo + cefalosporine III n-es.
    • Metronidazolo + cefalosporine III, nI + aminoglicosidi.
    • Lincosamidi + cefalosporine III n-es.
    • Carbapenem + vancomicina.

Per la polmonite nosocomiale, sono prescritti i seguenti antibiotici:

  1. Nella polmonite lieve, lo scopo delle aminopenicilline protette (Augmentin).
  2. Possibili opzioni per il trattamento - la nomina di cefalosporine II - III p-th.
  3. In forma grave, è richiesto un trattamento combinato:
    • carbossipenicilline inibitorie (ticarcillina / clavulanato) e aminoglicosidi,
    • cefalosporine III n-esimo, cefalosporine IV n-esimo con aminoglicosidi.

Il trattamento della polmonite è un processo lungo e serio e i tentativi di auto-trattamento con antibiotici possono non solo portare a complicazioni, ma anche causare l'impossibilità di una corretta terapia antibiotica a causa della bassa sensibilità dell'agente patogeno al farmaco.

, , , ,

Trattamento della polmonite con antibiotici Klebsiella

Quando viene rilevata polmonite da clinbsiella nell'espettorato, il trattamento antibiotico è il principale metodo di terapia patogena. La Klebsiella è un microrganismo patogeno, si trova normalmente nell'intestino umano e se è altamente concentrato e riduce l'immunità, può causare infezioni polmonari. Circa l'1% dei casi di polmonite batterica è causato da Klebsiella. Molto spesso, tali casi sono registrati negli uomini di età superiore ai 40 anni, nei pazienti con alcolismo, diabete, malattie broncopolmonari croniche.

Il decorso clinico della polmonite causata dalla klibsiella simile alla polmonite da pneumococco, spesso il focus dell'infiammazione è localizzato nel lobo superiore destro del polmone, può diffondersi ad altri lobi. Si sviluppano cianosi, dispnea, ittero, vomito, diarrea. Spesso la polmonite è complicata da ascessi ed empiema polmonare, la ragione è che la Klibsiella è la causa della distruzione dei tessuti. Nella polmonite acquisita in comunità, nell'espettorato si trovano Klebsiella, Serratia ed Enterobacter.

Klebsiella, Serratia e Enterobacter hanno diversi gradi di sensibilità agli antibiotici, quindi il trattamento inizia con la somministrazione di aminoglicosidi e cefalosporine di 3a generazione, mezlocillina, amikacina è efficace contro il ceppo di Serratia.

Con il trattamento corretto e tempestivo, la polmonite causata da Clivesian, senza complicazioni, può essere completamente curata in 2-3 settimane.

Il trattamento della polmonite grave causata dalla clibsiella è prescritto dagli aminoglicosidi (tombramicina, gentamicina da 3 a 5 mg / kg al giorno) o amikacina 15 mg / kg al giorno con cefalotina, cefapirina, da 4 a 12 g al giorno. Il trattamento della polmonite grave causata dalla clibsiella è prescritto dagli aminoglicosidi (tombramicina, gentamicina da 3 a 5 mg / kg al giorno) o amikacina 15 mg / kg al giorno con cefalotina, cefapirina, da 4 a 12 g al giorno.

Trattamento antibiotico della polmonite da micoplasma

Quando viene rilevata una polmonite da micoplasma nell'espettorato, il trattamento è diretto alla lotta contro un agente patogeno specifico. Una volta nel corpo, il micoplasma invade la mucosa del tratto respiratorio superiore, dove il rilascio di un segreto speciale provoca prima un'infiammazione grave, quindi inizia la distruzione delle membrane intercellulari, i tessuti epiteliali, che termina nella degenerazione dei tessuti necrotici.

Nelle vescicole polmonari del micoplasma si moltiplicano rapidamente, gli alveoli aumentano, influenzando probabilmente i setti interalveolari. La polmonite da micoplasma si sviluppa lentamente, l'insorgenza della malattia è come un raffreddore, quindi la temperatura sale a 39-40 gradi e inizia una forte tosse. La temperatura dura circa 5 giorni, quindi diminuisce bruscamente, fissandosi a circa 37-37,6 gradi e rimane a lungo. I raggi X mostrano chiaramente focolai oscurati, degenerazione nelle partizioni del tessuto connettivo.

La difficoltà di trattare la polmonite da micoplasma è che l'agente patogeno si trova all'interno dei neutrofili e questo rende inefficaci penicilline, cefalosporine e aminoglicosidi. Prima di tutto, vengono prescritti macrolidi: azitromicina (sumamed), spiromeshchin (rovamicina), claritromicina, somministrata per via orale 2 volte al giorno, per non più di 2 settimane, con tassi più bassi, è possibile la ricaduta.

Antibiotici per polmonite congestizia

Gli antibiotici per la polmonite congestizia hanno prescritto un ciclo di almeno 2 settimane. La polmonite congestizia si sviluppa con un riposo a letto prolungato, nelle persone anziane che sono deboli, nonché una complicazione dopo operazioni complesse. Il decorso della polmonite congestizia è lento, asintomatico, senza brividi, febbre, tosse. Il paziente può essere disturbato solo da mancanza di respiro e debolezza, sonnolenza, tosse successiva.

È possibile trattare la polmonite congestizia a casa, ma aderendo a tutte le prescrizioni e solo sotto la supervisione di un medico, quindi molto spesso il paziente viene ricoverato in ospedale. Se viene rilevata anche un'infezione batterica nell'espettorato (la polmonite congestizia non è sempre di natura batterica), vengono prescritti antibiotici: cefazolina, digitsran o penicillina protetta. Il corso del trattamento è di 2-3 settimane.

In caso di polmonite congestizia, si sviluppano sullo sfondo dell'insufficienza cardiaca, vengono prescritti glicosidi e complessi di farmaci diuretici aggiuntivi, insieme a farmaci antibatterici, broncodilatatori, espettoranti. Inoltre, vengono mostrati esercizi di fisioterapia, una dieta ricca di vitamine. Quando è richiesta la polmonite da aspirazione broncoscopia.

In generale, con diagnosi e terapia antibatterica tempestive, prevenzione e mantenimento di alta qualità del corpo del paziente, non si sviluppano complicanze della polmonite congestizia e il recupero avviene in 3-4 settimane.

, , ,

Combinazione di antibiotici per la polmonite

La combinazione di antibiotici per la polmonite viene introdotta dal medico nel regime di trattamento in determinate condizioni che aggravano la clinica della malattia. Nella clinica, l'uso di due o più antibiotici non è approvato, a causa dell'elevato carico sul corpo: il fegato e i reni di una persona indebolita non possono far fronte a così tante tossine. Pertanto, in pratica, il trattamento della polmonite con un singolo antibiotico è più accettabile e il suo effetto sulla flora patogena è molto elevato.

Le combinazioni di antibiotici per la polmonite sono consentite per:

  • Polmonite grave, con polmonite secondaria.
  • Infezione mista.
  • Infezioni con immunità depressa (cancro, linfogranulomatosi, uso di citostatici).
  • Pericolo o sviluppo di resistenza all'antibiotico selezionato.

In tali casi, sviluppare un regime di trattamento basato sull'introduzione di antibiotici che influenzano i microrganismi gram-positivi e gram-negativi: penicilline + aminoglicosidi o cefalosporine + aminoglicosidi.

Non è necessario auto-medicare, perché solo il medico può prescrivere il dosaggio necessario del farmaco e con dosi insufficienti dell'antibiotico si svilupperà semplicemente la resistenza dei microrganismi al farmaco e se la dose è troppo alta, si possono sviluppare cirrosi epatica, compromissione della funzionalità renale, disbacteriosi, grave anemia. Inoltre, alcuni antibiotici per la polmonite, se combinati, riducono semplicemente l'efficacia l'uno dell'altro (ad esempio, antibiotici + farmaci batteriostatici).

, , , , , , , ,

Il miglior antibiotico per la polmonite

Il miglior antibiotico per la polmonite è quello a cui i batteri sono più sensibili. Per fare questo, conduci speciali test di laboratorio - fai la coltura dell'espettorato batteriologico per determinare l'agente patogeno e quindi metti il ​​campione per la sensibilità agli antibiotici.

La direzione principale nel trattamento della polmonite è la terapia antibatterica. Fino all'identificazione dell'agente causale, vengono prescritti antibiotici ad ampio spettro. Nella polmonite acquisita in comunità, sono prescritte penicillina con acido clavulanico (amoxiclav, ecc.), Macrolidi (righello, rovamicina, ecc.), Cefalosporine di prima generazione (kefzonina, cefazolina, tsufalexina, ecc.).

Quando somministrato polmonite nosocomiale: acido clavulanico da penicillina, le cefalosporine di 3a generazione (klaforan, tsefobid, Fortum et al.), Fluorochinoloni (peflatsin, tsiprobay, taravid et al.), Aminoglicosidi (gentamicina), carbapenemi (tienile).

L'intero complesso della terapia consiste non solo in una combinazione di antibiotici (2-3 specie), ma mira anche a ripristinare il drenaggio bronchiale (somministrazione di eufillina, berodual) e diluire e rimuovere l'espettorato dai bronchi. Inoltre, vengono iniettati farmaci antinfiammatori, assorbibili, vitamine e componenti che stimolano il sistema immunitario: plasma fresco congelato per via endovenosa, immunoglobulina antistaplococcica e antinfluenzale, interferone, ecc.

, , , , , ,

Moderni antibiotici per la polmonite

Gli antibiotici moderni per la polmonite sono prescritti secondo uno schema speciale:

  • Con la prevalenza di cocchi gram-positivi - preparazioni endovenose e intramuscolari di penicillina o cefalosporine di 1a, 2a generazione - cefazolina, cefuroxima, cefoxin.
  • Con la prevalenza di batteri gram-negativi, vengono prescritte cefalosporine di 3a generazione: cefotaxime, ceftriaxone, ceftazidime.
  • Con un decorso atipico di polmonite, vengono prescritti macrolidi - azitromicina, midecamicina, nonché cefalosporine di terza generazione - ceftriaxone, ceftazidima, ecc.
  • Con la prevalenza di cocchi gram-positivi, stafilococchi o enterococchi resistenti alla meticillina, le cefalosporine di quarta generazione, le cephipine e i carbapinemi sono prescritti come thienes, meronemes, ecc.
  • Con la prevalenza di batteri gram-negativi multi-resistenti, vengono prescritte cefalosporine di 3a generazione - cefotaxime, ceftriaxone, ceftazidime e aminoglycosides.
  • Con la predominanza di infezioni fungine, vengono prescritte cefalosporine di 3a generazione più fluconazolo.
  • Con la predominanza di organismi intracellulari - micoplasma, legionella, ecc., Prescrivono macrolidi - azitromicina, claritromicina, roxitromicina, ecc.
  • Nelle infezioni anaerobiche sono prescritte penicilline protette dagli inibitori: lincomicina, clindamicina, metronidazolo, ecc.
  • In caso di PCP, vengono prescritti cotrimoxazolo e macrolidi.
  • Quando la polmonite da citomegalovirus prescrive ganciclovir, aciclovir, cytotect.

Principi generali della terapia antibiotica

Per ottenere l'effetto più positivo dell'assunzione di antibiotici per la polmonite negli adulti, i medici aderiscono alle regole del loro appuntamento. Prima di tutto, quando si stabilisce una diagnosi radiologicamente confermata di "polmonite" e prima dell'identificazione dell'esatto patogeno microbico nell'espettorato del paziente, vengono scritti antibiotici di un ampio spettro di attività. Ciò significa che il farmaco coprirà con il suo effetto terapeutico un intero spettro di microbi. Dopo che il patogeno specifico è diventato noto, l'antibiotico può essere modificato (se lo spettro di attività non include questo microbo).

Inoltre, esiste un elenco di segni clinici e di laboratorio che indicano l'efficacia dell'antibiotico per la polmonite. Sono valutati dopo 3 giorni dall'inizio del trattamento:

  1. Abbassamento della temperatura
  2. Riduzione della dispnea, sintomi di intossicazione e insufficienza respiratoria (aumento della saturazione di ossigeno).
  3. Ridurre la quantità di pus e espettorato.

Inoltre, se si osserva la persistenza della febbre bassa persistente dopo l'assunzione di antibiotici (37-37,5 ° C), respiro sibilante nei polmoni, tosse secca, sudorazione e debolezza, segni residui sulle radiografie, questo non è considerato un motivo per continuare il trattamento o modificare l'agente antibatterico. .

Gravità della polmonite

Al fine di comprendere quali antibiotici per la polmonite saranno più efficaci e in quali condizioni è necessario trattare un particolare paziente, è necessario determinare i criteri per la gravità della malattia. Gravità selezionata di polmonite:

Per la prima, la polmonite meno pericolosa, i sintomi caratteristici sono:

criteriovalore
Frequenza respiratoria9 / l
Emoglobina (g / l)>90
Saturazione di ossigeno (%)>95
Il livello di creatitina sierica (µmol / l)Norm (uomini - 74-110, donne - 60-100)
Danno polmonareAll'interno del segmento
Patologia concomitanteno

La polmonite grave è caratterizzata dai seguenti sintomi:

criteriovalore
Frequenza respiratoria> 24 / min
Frequenza cardiaca> 90 / min
temperatura> 38,5 ° C
Leucociti nel sangue9 / lo> 12,0 x 10 9 / l
Emoglobina (g / l)176,7
Danno polmonareIn diversi segmenti, ma all'interno di una condivisione
Patologia concomitante
  • Insufficienza immunitaria nelle infezioni, malattie oncologiche e sistemiche, difetti congeniti dell'immunità.
  • BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva).
  • CHF (insufficienza cardiaca cronica).
  • Insufficienza renale cronica (insufficienza renale cronica).
  • Asma bronchiale.

La polmonite estremamente grave è la più sfavorevole nel suo corso, è possibile sospettare i sintomi:

criteriovalore
Frequenza respiratoria≥30 / min
Frequenza cardiaca> 120 / min
temperatura≥40 ° C o 9 / lo> 25,5 x 10 9 / l
Emoglobina (g / l)176,7
Danno polmonareCattura diversi lobi, ci possono essere focolai di rottura del tessuto, fluido nella cavità pleurica
Patologia concomitante
  • Insufficienza multipla d'organo.
  • Sepsi.

I pazienti con decorso grave ed estremamente grave della malattia necessitano di ricovero di emergenza nel reparto terapeutico (in alcuni casi nel reparto di terapia intensiva e terapia intensiva). È possibile utilizzare la scala CRB-65, che riflette il rischio di morte in un paziente e raccomanda determinate condizioni per la sua gestione. La scala è la seguente:

  • coscienza
  • frequenza respiratoria (≥30 / min),
  • pressione sanguigna (Selezneva Valentina Anatolyevna medico di medicina generale

Basi patogenetiche della terapia

Quando l'infiammazione inizia nei polmoni sotto l'influenza di agenti infettivi, si verifica un'eccessiva secrezione di secrezioni mucose. Il corpo non è in grado di far fronte all'infezione ed ha una tale fretta di rimuovere i patogeni distrutti dai polmoni. Ma con un'immunità debole, i microbi si moltiplicano più velocemente del muco viene rimosso e il pus appare nell'espettorato.

Un mezzo per prevenire la crescita di microrganismi, sono gli antibiotici. Tuttavia, rimane ancora muco patogeno, che, se ritardato nell'astinenza, può essere una fonte di recidiva della malattia. Ed è qui che arrivano i moderni approcci al trattamento della polmonite per aiutare a regolare i processi rigenerativi senza interrompere il metabolismo.

La terapia patogenetica include l'uso dei seguenti gruppi di farmaci:

  • Farmaci usati per regolare il metabolismo: ormoni, vitamine, aminoacidi, soluzioni sostitutive del plasma, ecc.,
  • Preparati per effetti sul sistema nervoso: neurolettici, barbiturici, sedativi e tonici, stimolanti, ecc.,
  • Preparati per effetti sul cuore e sui vasi sanguigni: Kordigit, Korglikon, foxglove, no-spa, ecc.,
  • Preparazioni per la stimolazione del sistema urinario: furosemide, foglia di mirtillo rosso o mirtillo rosso, clopamide, orecchio di orso, ecc.,
  • Mezzi per la normalizzazione del tratto gastrointestinale e del fegato: Liv-52, silibor, Essentiale et al.,
  • Mezzi, permettendo di funzionare pancreas: pancreatina, festiva, panzinorm.

Tutti i farmaci che possono aumentare il livello delle forze immunitarie del corpo durante la malattia e durante la riabilitazione possono essere inclusi nei mezzi di terapia patogenetica. I suoi metodi non sono meno importanti della terapia antibiotica e nel periodo di recupero del corpo emergono in cima.

Tempo di recupero

La polmonite è una delle malattie infiammatorie più gravi del tratto respiratorio inferiore. La durata del trattamento è influenzata da diversi fattori:

  • La natura dell'agente patogeno (virus, batteri, funghi, protozoi),
  • Le condizioni del paziente al momento del trattamento,
  • La sensibilità dell'agente patogeno ai farmaci usati, in particolare, agli antibiotici,
  • La salute generale del paziente.

Quanto più favorevole è l'aggregato di tutti i fattori per un paziente, tanto più breve è il tempo di recupero. Con gravità lieve e moderata della malattia, è possibile un trattamento ambulatoriale, specialmente per i pazienti con buona salute, non gravati da malattie croniche e non a rischio (bambini piccoli, persone dopo 60 anni o con stati di immunodeficienza).

Il tempo medio per l'assunzione di antibiotici è:

  • 7 giorni - con una forma lieve
  • 10-14 giorni - con una media
  • 20 giorni e più - con grave.

I termini possono variare a seconda della natura dell'agente patogeno. Il patogeno più comune (pneumococco) è soppresso dall'antibiotico anche 5 giorni dopo che t ritorna normale, la legionella e lo stafilococco richiedono un trattamento più lungo - 21 giorni, e enterobatteri e bacus di pus blu - fino a 42 giorni.

Il periodo di recupero è un indicatore puramente individuale, tuttavia, per eliminare la possibilità di ricaduta, il corso degli antibiotici deve essere pienamente accettato, anche se i sintomi sono già tornati alla normalità.

Uso corretto degli antibiotici

La base della terapia di base è il trattamento con antibiotici. Inizialmente, il farmaco viene scelto empiricamente e viene prodotto sulla base dei sintomi, della durata della malattia e dell'età del paziente. Assegnato a un farmaco ad ampio spettro tra i fondi utilizzati per questa forma di malattia (acquisita in comunità, ospedale, aspirazione, con immunodeficienza)

Per determinare l'agente causale, vengono condotti test dell'espettorato, i cui risultati possono essere ottenuti per 3-4 giorni. Il metodo antibiogramma aiuta a selezionare il farmaco più efficace quando si tenta di esporre l'agente patogeno a vari gruppi di antibiotici. Questo metodo è il più efficace, perché consente di determinare il farmaco più efficace per ciascun caso.

Gli errori di diagnosi possono verificarsi quando l'espettorato viene preso per analisi dopo l'inizio della somministrazione del farmaco. L'accettazione degli antibiotici distorce in qualche modo il quadro originale, il che può influire sulla correttezza della determinazione dell'agente patogeno.

Per la corretta scelta dell'antibiotico iniziale, l'orientamento del medico nella situazione epidemiologica della regione è di grande importanza. Deve avere informazioni complete sui patogeni più frequenti di polmonite e sul grado della loro resistenza agli antibiotici. Nei giorni seguenti, è necessario monitorare le condizioni del paziente, l'efficacia della terapia applicata e, se necessario, apportare modifiche al regime di trattamento utilizzato.

Principi generali di prescrizione antibiotica per la polmonite

Il trattamento della polmonite è un processo piuttosto complicato e lungo, quindi, nella sua attuazione, aderiscono a diversi principi generali:

  • Fino all'esatta determinazione del patogeno, il corpo del paziente è saturo di un antibiotico a una certa concentrazione. Molto spesso è un farmaco ad ampio spettro (Ceftriaxone, Suprax può essere usato per la polmonite in un bambino),
  • In presenza di sintomi di polmonite atipica (ad esempio, clamidia), viene prescritto in parallelo un agente antibatterico specializzato (Sumamed, Clarithromycin),
  • Quando viene rilevata una lesione segmentaria estesa, è possibile utilizzare una terapia di combinazione: Ceftriaxone + Amikacin + Augmentin,
  • Al fine di alleviare i sintomi, le inalazioni vengono somministrate parallelamente alla terapia antibiotica con Berodual, Ambroxol (nel trattamento degli adulti),
  • Le forme gravi della malattia possono richiedere ossigenoterapia.. Le inalazioni vengono eseguite utilizzando maschere nasali o con l'aiuto di cateteri,
  • I farmaci antipiretici vengono utilizzati quando la temperatura supera + 38˚С, poiché durante il subfebrile tutti i processi metabolici sono accelerati - Il corpo cerca di sbarazzarsi degli effetti dell'infiammazione.

La polmonite acquisita in comunità viene trattata con uno o più tipi di farmaci, selezionati sulla base dei sintomi identificati e determinando il tipo di agente patogeno. La polmonite ospedaliera è più complessa, sia in termini di diagnosi che durante il trattamento. I patogeni della polmonite ospedaliera appaiono spesso in forma combinata e sono difficili per una diagnosi accurata. Inoltre, hanno una maggiore resistenza, che restringe la gamma di possibili farmaci per il trattamento. Pertanto, nella polmonite ospedaliera, viene utilizzato un regime di terapia a due linee e in ogni fase con l'infezione combinata vengono utilizzati diversi tipi di farmaci.

Terapia antibiotica negli adulti

A seconda della gravità della malattia, dell'età del paziente e di un tipo di patogeno condizionatamente determinato, possono essere prescritti farmaci:

  1. Per pazienti con sintomi non complicati prima dei 60 anni. In questo gruppo, pneumococco, micoplasma e clamidia sono spesso l'agente causale. I farmaci di prima linea sono aminopenicilline, macrolidi (Josamicina, Azitromicina), fluorochinoloni (Levofloxacina, Moxifloxacina),
  2. Per pazienti di età superiore ai 60 anni o con presenza di patologie croniche. Questo gruppo è caratterizzato da infezione da pneumococco, streptococco, hemophilus bacillus. All'inizio del trattamento, vengono scelti i seguenti farmaci: aminopenicilline, cefalosporine di 2-3 generazione, fluorochinoloni (Moxifloxacin, Sparfloxacin), Amoxicillina + combinazioni di acido clavulanico, Ampicillina + Sulbactam,
  3. Per pazienti con sintomi gravi senza fattori di rischio. Qui, lo spettro dei patogeni si sta espandendo, poiché è possibile un'infezione combinata: pneumococco, hemophilus bacillus, legionella, poli microbico. Per il trattamento può essere selezionato: una combinazione di cefalosporine di 2-3 generazioni con macrolidi o fluorochinoloni, amoxicillina + acido clavulanico, ampicillina + sulbactam,
  4. Per pazienti con sintomi gravi e malattie croniche. In questo gruppo di pazienti vengono identificati più comunemente pneumococco, legionella, batteri gram-negativi e batteri microbici. Il trattamento prevede una combinazione obbligatoria di farmaci: cefalosporine di 3-4 generazioni o carbalenem in combinazione con macrolidi o fluorochinoloni.

I suddetti farmaci possono essere utilizzati sia per cure ambulatoriali (1, 2), sia in ospedale (3, 4). Se il tipo di polmonite viene definito ospedale, il trattamento viene eseguito esclusivamente in ospedale utilizzando diversi tipi di antibiotici più efficaci. Tuttavia, anche il trattamento della forma più lieve della malattia richiede un monitoraggio obbligatorio da parte di un medico.

Caratteristiche della terapia antimicrobica nei bambini

Il trattamento della polmonite nei bambini, specialmente nella forma acuta, richiede l'inizio più rapido della terapia, poiché il corpo dei bambini non ha ancora un'immunità sufficientemente forte. Pertanto, ci sono diverse categorie di età con i tipi più caratteristici di agenti patogeni:

  • Da 1 a 6 mesi. (Tipica) - stafilococco ed enterobatteri agiscono più spesso come agenti causali, meno frequentemente pneumococco, emofilo bacillo, virus. I farmaci di prima linea sono Ampicillin, Amoxicillin in combinazione con Clavulant, Oxacillin o Sulbactam. Nelle forme atipiche, la clamidia agisce spesso come agente causale, mentre i macrolidi sono i farmaci di prima linea,
  • Da 6 mesi fino a 6 anni (tipico) - pneumococco, hemophilus bacillus, i virus sono tra i patogeni persistenti. I preparati di amoxicillina o macrolidi sono selezionati per il trattamento iniziale.
  • Da 6 a 15 anni - con forme tipiche, lo pneumococco è spesso l'agente causale, con micoplasmi atipici. Il trattamento praticamente non differisce dalla terapia nel gruppo precedente; i macrolidi sono usati per forme atipiche.

In caso di forme tipiche non complicate della malattia, è possibile un trattamento ambulatoriale con farmaci per via orale. I bambini di età inferiore ai 2 anni con sospetta polmonite sono necessariamente trattati in ospedale.

Classi di antibiotici per il trattamento della polmonite

Tutti i farmaci appartenenti al gruppo di agenti antibatterici sono suddivisi in diverse classi, a seconda delle proprietà e degli effetti sui batteri:

  • Penicilline. Sono i tempi più collaudati con proprietà ben studiate. Nella polmonite vengono utilizzati agenti della sottoclasse di aminopenicillina: ampicillina, amoxicillina, augmentina, amoxiclav. Alcuni includono l'acido clavuanico, che protegge dagli enzimi distruttivi dei batteri,
  • Cefalosporine. Gli effetti sui batteri sono vicini alle penicilline, ma li superano in forza,
  • Macrolidi. Differiscono dai precedenti gruppi in alta efficacia contro i patogeni intracellulari,
  • I fluorochinoloni. Sono caratterizzati da bassa tossicità, ma non sono utilizzati in pediatria a causa della possibile influenza sullo sviluppo del sistema muscolo-scheletrico.

I segni di bronchite e polmonite nei bambini sono descritti qui.

Gli antibiotici sono farmaci di prima linea per il trattamento della polmonite, ma la loro scelta, così come la terapia di questa pericolosa malattia, dovrebbe essere effettuata solo sotto la supervisione di un medico. Inoltre, non dimenticare che ci sono esercizi di respirazione che promuovono il recupero dei polmoni.

Che cosa sono gli antibiotici per la polmonite negli adulti

Una parte fondamentale della lotta contro la polmonite sono gli antibiotici che possono distruggere l'agente patogeno e sopprimerne la capacità di riproduzione. Altrimenti, la malattia può causare danni irreparabili al corpo sotto forma di complicanze e persino causare un esito fatale. La durata del trattamento dipende dallo stadio di abbandono della polmonite e dall'immunità del paziente. La forma extracellulare dell'agente patogeno può essere uccisa in 7 giorni, intracellulare in 14 giorni e potrebbero essere necessari 50 giorni per trattare un ascesso polmonare.

Quali antibiotici prendere per la polmonite

Più spesso, i medici prescrivono antibiotici per la polmonite negli adulti dai seguenti gruppi di farmaci efficaci:

  1. Penicilline: carbenicillina, augmentina, amoxiclav, ampicillina, piperacillina.
  2. Cefalosporine: Ceftriaxone, Cefalexin, Cefuroxime.
  3. Macrolidi: claritromicina, eritromicina, azitromicina.
  4. Aminoglicosidi: streptomicina, gentamicina, tobramicina.
  5. Fluorochinoloni: ciprofloxacina, Ofloxacina.

Ognuno di questi gruppi differisce dagli altri per ampiezza dello spettro di applicazione, durata e intensità dell'impatto ed effetti collaterali. Per confrontare i farmaci, studia la tabella:

Trattano la polmonite semplice causata da strepto-e pneumococchi, enterobatteri, ma sono impotenti contro Klebsiella ed Escherichia coli. Lo scopo di questo gruppo si verifica quando viene dimostrata la suscettibilità dei microbi al farmaco, con controindicazioni ai macrolidi.

Eritromicina, azitromicina, claritromicina, midecamicina

Farmaci di prima linea in presenza di controindicazioni al gruppo della penicillina. Trattano con successo la polmonite atipica, la polmonite sullo sfondo di infezioni respiratorie acute. Le medicine colpiscono i micoplasmi, la clamidia, la legionella, l'emofilo bacillo, ma quasi non uccidono gli stafilococchi e gli streptococchi.

Oxacillin, Amoxiclav, Ampicillin, Flemoklav

Nominato con comprovata sensibilità ai microrganismi: bacilli di emofilo, pneumococchi. I farmaci sono usati per trattare la polmonite lieve causata da virus e batteri.

Agiscono su batteri resistenti alle cefalosporine, eliminano forme complesse di malattie e sepsi.

Fluorochinoloni (chinoloni, fluorochinoli)

Levofloxacina, Moxifloxacina, Sparfloxacina

Colpiscono i pneumococchi.

Gli agenti sono simili in azione alle penicilline e alle cefalosporine, hanno un grande effetto sui microrganismi gram-negativi.

Quando prescrivono antibiotici per il trattamento della polmonite negli adulti, i medici dovrebbero prestare attenzione alla compatibilità dei farmaci. Ad esempio, non è possibile assumere contemporaneamente medicinali dello stesso gruppo o combinare Neomycin con Monomitsin e Streptomycin. Nella fase iniziale, prima di ottenere i risultati degli studi di batteriologia, viene utilizzato un ampio spettro di farmaci, che vengono assunti come terapia continua per tre giorni. Quindi il pneumologo può decidere di sostituire il medicinale.

Per gli adulti gravi, si raccomanda una combinazione di Levofloxacina e Tavanic, Ceftriaxone e Fortum, Sumamed e Fortum. Se i pazienti hanno meno di 60 anni e hanno un lieve grado di polmonite, assumono Tavanic o Avelox per cinque giorni, Doxiciclina per due settimane, Amoxiclav, Augmentin per 14 giorni. Non è possibile nominare in modo indipendente agenti antibatterici, in particolare gli anziani.

Modulo acquisito dalla comunità

Il trattamento della polmonite acquisita in comunità negli adulti viene eseguito utilizzando macrolidi. A volte fondi prescritti a base di acido clavulanico, sulbactam, penicilline, cefalosporine di 2-3 generazioni in combinazione con macrolidi. Nei casi più gravi, sono mostrati carbapenemi. Descrizione di diversi farmaci:

  1. Amoxicillina - capsule e sospensione a base dell'omonimo componente del gruppo di penicilline semisintetiche. Principio di azione: inibizione della sintesi della flora della parete cellulare. La ricezione è controindicata in caso di intolleranza ai componenti e mononucleosi infettiva di elevata gravità. Dosaggio: 500 mg tre volte al giorno.
  2. La levofloxacina è una pillola a base di levofloxacina emiidrata, che blocca la sintesi delle cellule microbiche e rompe le loro barriere citoplasmatiche e cellulari. Sono controindicati in caso di lesioni tendinee, di età inferiore ai 18 anni, durante la gravidanza e l'allattamento. Dosaggio: 500 mg 1-2 volte / die per 7-14 giorni.
  3. Imipenem - beta-lattam carbapenem, prodotto sotto forma di soluzione iniettabile. È usato sotto forma di contagocce o iniezioni intramuscolari. Dosaggio: 1-1,5 g al giorno in due dosi. La durata dei contagocce è di 20-40 minuti. Controindicazioni: gravidanza, fino a tre mesi per via endovenosa e fino a 12 anni per iniezione intramuscolare, grave insufficienza renale.

Aspirazione

Gli agenti antibatterici per il trattamento della polmonite da aspirazione devono includere acido clavulanico, amoxicillina, aminoglicosidi a base di vancomicina. Nei casi più gravi, le cefalosporine di terza generazione sono mostrate in combinazione con aminoglicosidi, metronidazolo. Descrizione del farmaco:

  1. Augmentin - compresse a base di amoxicillina triidrato e acido clavulanico sotto forma di sale di potassio. Incluso nel gruppo di penicilline, inibisce la beta-lattamasi. Ricezione: su 1 compressa da 875 +125 mg due volte al giorno o su una compressa da 500 + 125 mg tre volte al giorno. Per i bambini, viene mostrato il formato di sospensione (la compressa si dissolve in acqua). Controindicazioni: ittero.
  2. Moxifloxacina: soluzione antimicrobica e compresse del gruppo dei fluorochinoloni. Contengono moxifloxacina cloridrato, controindicato in gravidanza, durante l'allattamento, al di sotto dei 18 anni. Dosaggio: una volta al giorno, 250 ml per via endovenosa per un'ora o per via orale 400 mg / giorno in un corso di 10 giorni.
  3. Metronidazolo - soluzione per infusioni o compresse in base al componente con lo stesso nome. Il derivato del 5-nitroimidazolo inibisce la sintesi di acidi nucleici batterici.Controindicazioni: leucopenia, compromissione della coordinazione, epilessia, insufficienza epatica. Dosaggio: 1,5 g / die in tre dosi settimanali sotto forma di compresse.

Nosocomiale

La polmonite di tipo nosomiale viene trattata con l'uso di cefalosporine di 3-4 generazioni, Augmentin. Nel caso grave, viene mostrato l'uso di carbossipenilline in combinazione con aminoglicosidi, cefalosporine di terza generazione o 4 generazioni in combinazione con aminoglicosidi. Droghe popolari:

  1. Ampicillina: compresse e capsule contengono ampicillina triidrato, che inibisce la sintesi della parete cellulare batterica. Controindicato in mononucleosi, leucemia linfatica, funzionalità epatica anormale. È dimostrato che applica 250-500 mg 4 volte / die per via orale o 250-500 mg ogni 4-6 ore per via intramuscolare o endovenosa.
  2. Ceftriaxone - Polvere per iniezione contiene sale disodico di Ceftriaxone. Inibisce la sintesi della membrana cellulare dei microrganismi. È controindicato per l'uso nei primi tre mesi di gravidanza. Dose giornaliera media: 1-2 g volte / die o 0,5-1 g ogni 12 ore. È usato per via intramuscolare e endovenosa in ospedale.
  3. Tavanic - pillole e soluzione per infusioni a base di levofloxacina. Incluso nel gruppo dei fluorochinoloni, ha un ampio effetto antimicrobico. Controindicato nell'epilessia, violazione dei tendini, allattamento, portare un bambino fino a 18 anni, con malattie cardiache. Metodo di applicazione: compresse da 250-500 mg 1-2 volte al giorno o nelle fasi iniziali di 250-500 mg per via endovenosa 1-2 volte al giorno.

Micoplasma

Questa forma della malattia è atipica, manifestata da congestione nasale, mialgia, mal di gola, mal di testa, tosse parossistica e debolezza generale. La malattia viene trattata per almeno 14 giorni, durante le prime 48-72 ore vengono utilizzate soluzioni endovenose. Applicare farmaci dal gruppo di macrolidi:

  1. La claritromicina è un macrolide semisintetico sotto forma di compresse a base di claritromicina. Inibisce la sintesi proteica batterica del ribosoma, portando alla morte dell'agente patogeno. Controindicato in gravidanza, allattamento, fino a 12 anni, in combinazione con farmaci ergot. Dosaggio: 250 mg due volte al giorno per una settimana.
  2. Sumamed - soluzione per infusioni, compresse, capsule e polvere per somministrazione orale dal gruppo di macrolidi-azalidi. Inibire la sintesi proteica da parte dei batteri, hanno un effetto battericida. Controindicazioni: disturbi del fegato e dei reni. Metodo d'uso: una volta al giorno, 500 mg una volta al giorno per tre giorni.
  3. La rovamicina, pillole a base di spiramicina, appartiene al gruppo dei macrolidi. Agiscono batteriostaticamente, interrompendo la sintesi proteica all'interno della cellula. Controindicato durante l'allattamento. Dosaggio: 2-3 compresse in 2-3 dosi / giorno

Trattamento della polmonite causata da Klebsiella

La malattia causata da Klebsiella (microrganismi presenti nell'intestino umano), si sviluppa sullo sfondo di disturbi dell'immunità e porta allo sviluppo di un'infezione polmonare. Nella fase iniziale negli adulti, gli aminoglicosidi e le cefalosporine di terza generazione vengono utilizzati per 14-21 giorni. Usa medicine:

  1. Amikacin - polvere per la fabbricazione di una soluzione somministrata per via endovenosa e intramuscolare, contiene amikacina solfato. Effetto battericida antibiotico-aminoglicosidico semisintetico, che distrugge la barriera citoplasmatica della cellula. Controindicato in caso di grave insufficienza renale cronica, neurite del nervo uditivo, gravidanza. Dosaggio: 5 mg / kg di peso corporeo ogni 8 ore. Per le infezioni non complicate, è indicata la somministrazione di 250 mg ogni 12 ore.
  2. La gentamicina è un aminoglicoside sotto forma di una soluzione per iniezione contenente gentamicina solfato. Viola la sintesi proteica della membrana cellulare dei microrganismi. Controindicato nell'ipersensibilità ai componenti. Metodo di applicazione: 1-1,7 mg / kg di peso corporeo 2-4 volte / die per via endovenosa o intramuscolare. Il corso del trattamento dura 7-10 giorni.
  3. La cefalotina è un antibiotico cefalosporinico di prima generazione che agisce con la distruzione delle cellule batteriche. Soluzione per somministrazione parenterale a base di cefalotina. Controindicazioni: ipersensibilità agli ingredienti, antibiotici beta-lattamici. Dosaggio: endovenoso o intramuscolare a 0,5-2 g ogni 6 ore. Per le complicazioni, sono indicati 2 g ogni 4 ore.

Con polmonite congestizia

Gli antibiotici per la polmonite di tipo congestionato sono prescritti dal gruppo di cefalosporine, a volte vengono prescritti macrolidi. La polmonite congestizia negli adulti è un'infiammazione secondaria dei polmoni dovuta a ristagno nella circolazione polmonare. A rischio di sviluppo sono i pazienti con aterosclerosi, ipertensione, ischemia, enfisema polmonare e malattie somatiche. Farmaci usati per 14-21 giorni:

  1. Digran - compresse antimicrobiche del gruppo dei fluorochinoloni a base di ciprofloxacina monoidrato e tinidazolo cloridrato. Penetra nella parete batterica, agendo battericida. Controindicazioni: gravidanza, allattamento, età fino a 12 anni. Dosaggio: 500-750 mg ogni 12 ore prima dei pasti.
  2. Cefazolina - polvere per la preparazione di soluzione parenterale. Contiene sale sodico di cefazolina, un antibiotico semisintetico di cefalosporina di prima generazione. Il farmaco è battericida, controindicato in gravidanza, all'età di 1 mese. Metodo d'uso: per via intramuscolare o endovenosa 0,25-1 g ogni 8-12 ore. Nei casi più gravi, l'introduzione di 0,5-1 g ogni 6-8 ore.
  3. Targocid, una polvere liofilizzata per la preparazione di iniezioni, contiene teicoplanina, che ha effetti antimicrobici e battericidi. Blocca la sintesi della parete cellulare e inibisce la crescita dei batteri e la loro riproduzione. Controindicazioni: ipersensibilità agli antibiotici beta-lattamici. Dosaggio: per via intramuscolare o endovenosa il primo giorno, 400 mg, quindi 200 mg una volta al giorno / giorno.

Pillole di antibiotici

Il formato di farmaco più popolare sono le pillole. Devono essere presi durante o dopo un pasto, bere acqua. Droghe popolari:

  1. L'eritromicina è un macrolido antibiotico contenente eritromicina. Viola la formazione di legami peptidici tra gli aminoacidi dei batteri, causandone la morte. Controindicato nel ridurre l'udito, l'allattamento, fino a 14 anni. Dosaggio: 0,25-0,5 g ogni 4-6 ore.
  2. Moxifloxacina: compresse battericide del gruppo dei fluorochinoloni a base di moxifloxacina cloridrato. Blocca gli enzimi responsabili della riproduzione del DNA dei batteri. Controindicazioni: età fino a 18 anni, gravidanza, allattamento. Metodo di utilizzo: 400 mg volte / die per 10 giorni.

Guarda il video: Allarme bronchite cronica: come curarla? (Aprile 2020).